Legambiente, tanti studenti al lavoro per "Spiagge pulite"

L'iniziativa, promossa da Legambiente, ha visto degli interventi nella zona delle Dune a San Leone

Si sono concluse lo scorso 3 giugno le attività di pulizia e sensibilizzazione realizzate dagli  attivisti del Circolo Rabat, coadiuvati dagli educatori e dai volontari del Servizio Civile Nazionale delle riserve naturali “Grotta di Sant’Angelo Muxaro” e “Macalube di Aragona” gestite da Legambiente Sicilia, e condotte con gli studenti degli istituti comprensivi “Esseneto” e “Agrigento Centro” sulla spiaggia delle Dune di San Leone.

Sono stati cinque in tutto gli appuntamenti realizzati coinvolgendo un totale di quasi 150 bambini di età compresa tra i 7 e i 9 anni, che si sono concentrati sui temi della biodiversità e degli equilibri oggi minacciati da un inquinamento crescente dei mari e degli oceani. Tutto nel contesto dell'iniziativa "Spiagge e fondali puliti", durante la quale gli educatori di Legambiente sono stati affiancati dagli esperti dell’associazione Meris, Mediterraneo ricerca e sviluppo, impegnata in progetti di studio e di ricerca sui cetacei ed i mammiferi marini che popolano il Canale di Sicilia ed in particolare sui tursiopi che sempre più spesso e sempre più numerosi si possono incontrare proprio al largo della costa agrigentina.

A tutti i partecipanti di queste cinque giornate per la difesa del mare e dell’ambiente è stato fatto omaggio di una borraccia in alluminio targata Legambiente per sottolineare quanto è importante iniziare a riflettere sull’uso eccessivo di oggetti di uso quotidiano che in men che non si dica diventano rifiuti, come le bottigliette dell’acqua minerale che ogni giorno si consumano proprio nelle scuole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento