rotate-mobile
Operazione "Xydi"

L'inchiesta sull'ultima rete di Messina Denaro: nuove intercettazioni al processo

I giudici danno l'incarico ai periti per trascrivere le conversazioni che riguardano, in particolare, il settore delle mediazioni agricole

Ventiseimila pagine di attività integrativa di indagine che scandaglia, in particolare, il settore delle mediazioni agricole che - sostiene la Direzione distrettuale antimafia - sarebbe stata condizionata dal racket mafioso e avrebbe consentito grossi affari agli affiliati del clan. 

Sono state depositate nelle scorse settimane dai pubblici ministeri Alessia Sinatra e Claudio Camilleri al processo "Xydi" a carico del boss Giuseppe Falsone e di altri 8 imputati fra presunti affiliati e persino un ispettore di polizia e sono adesso approdate al fascicolo.

I giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara, hanno dato l'incarico ai periti Giuseppe Rinzivillo e Giovanni Fontana di trascriverle e metterle a disposizione delle parti. 

L'inchiesta, in particolare, oltre a ribadire il ruolo del super boss Matteo Messina Denaro, ha disarticolato il nuovo mandamento di Canicattì che sarebbe stato rimesso in piedi dall'imprenditore Giancarlo Buggea, libero dopo avere scontato una condanna, insieme alla compagna-avvocato Angela Porcello: nelle scorse settimane, nello stralcio abbreviato, sono stati entrambi condannati: 20 anni a Buggea, 15 anni e 4 mesi a Porcello. 

Anche la coppia, secondo quanto avrebbero accertato le indagini, avrebbe condizionato il settore delle sensalie nel settore agricolo che sarebbero state condizionate da estorsioni e ricatti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inchiesta sull'ultima rete di Messina Denaro: nuove intercettazioni al processo

AgrigentoNotizie è in caricamento