Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

L'operazione H2O, plauso di Siciliacque a magistratura e polizia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Operazione H2O, plauso di Siciliacque all'attività di magistratura e polizia
“Importante segnale per il territorio in un momento di pesante crisi idrica”

"L’inchiesta coordinata dalla Procura di Gela, che ha ricostruito una serie di furti d'acqua avvenuti lungo la condotta Gela-Aragona, è un segnale importante per il territorio in un momento in cui l'intera regione è alle prese con una pesante crisi idrica dovuta alla siccità".
È quanto afferma Siciliacque, che esprime "apprezzamento per l'attività svolta da magistratura e polizia" nell'ambito dell'operazione H20, che ha portato il gip del Tribunale di Gela ad emettere 26 misure cautelari, eseguite questa mattina dalla polizia.
"Ringraziamo il procuratore di Gela, il questore di Caltanissetta e tutti i poliziotti che hanno partecipato alle indagini – sottolineano i vertici di Siciliacque, società che gestisce l’acquedotto Gela-Aragona – perché ci consentono di proseguire nel nostro lavoro con maggiore serenità".
"Le riunioni con i prefetti di Caltanissetta e Agrigento, e le attività di ricerca degli allacci abusivi lungo tutta la condotta idrica, eseguiti dai nostri tecnici anche con la vigilanza delle forze di polizia – conclude Siciliacque – hanno permesso d’individuare i diversi punti in cui veniva rubata l’acqua e conseguentemente di ridurre sensibilmente gli ammanchi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'operazione H2O, plauso di Siciliacque a magistratura e polizia

AgrigentoNotizie è in caricamento