rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023

L'ultimo commosso saluto di Favara al cardiologo Alaimo, l'arciprete D'Oriente al presunto assassino: "Provo profonda pietà per questa persona"

I funerali del medico assassinato nel suo studio si sono svolti nella chiesa Madre: tanti i colleghi che, durante le esequie, hanno indossato il camice

La città di Favara, listata a lutto, ha dato l'ultimo saluto al suo “medicu 'do cori”, questa è l'espressione dialettale che nella città dell'Agnello Pasquale indica gli specialisti in Cardiologia. Le tre navate della chiesa Madre si sono riempite in ogni ordine di posto per le esequie funebri di Gaetano Alaimo, lo specialista assassinato martedì scorso nel suo studio. Parenti, amici, colleghi e pazienti si sono stretti attorno al dolore dei familiari per una morte prematura ed assurda che, secondo la confessione dello stesso presunto omicida, il bidello Adriano Vetro, sarebbe dovuta alla negazione di una certificazione sanitaria. Ai piedi del feretro un grande cuore di rose rosse, quello stesso cuore che, negli anni, migliaia di pazienti avevano affidato alle sue cure.

In chiesa, molti medici hanno partecipato ai funerali con addosso il camice, uniforme quest'ultima di quello stesso servizio che lo sfortunato medico ha portato avanti sino agli ultimi istanti della sua vita. I funerali sono stati celebrati dall'arciprete di Favara, don Giuseppe D'Oriente.

L'omicidio del cardiologo di Favara, il sindaco ha deciso: sarà lutto cittadino

“Favara – dice il sacerdote dai microfoni di AgrigentoNotizie – perde un suo grande figlio, in questo momento di dolore – aggiunge don Giuseppe – dico ai familiari e a quanti gli hanno voluto bene di aprirsi alla speranza”. Il pastore della comunità ecclesiale di Favara parla anche del reo confesso dell'omicidio.

“Questa persona mi fa una profonda pietà – dice l'arciprete – perchè era alla ricerca spasmodica di ottenere tutto, in qualunque modo e con ogni mezzo. Questo uomo era già povero e adesso lo è ancor di più perchè ha perso anche quella poca libertà che aveva, ha perso gli affetti e ha gettato nella sofferenza tutte quelle persone che lo conoscono”.

L'uscita del feretro del dottor Alaimo dalla chiesa Madre è stato salutato da un lungo e commosso applauso, è stato questo il tributo ultimo della comunità che adesso chiede giustizia per quel delitto che lo ha privato di un medico stimato e apprezzato da tutti.

Omicidio a Favara, paziente estrae la pistola e uccide cardiologo nel suo studio: firmato l'arresto

Sullo stesso argomento

Video popolari

L'ultimo commosso saluto di Favara al cardiologo Alaimo, l'arciprete D'Oriente al presunto assassino: "Provo profonda pietà per questa persona"

AgrigentoNotizie è in caricamento