Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vaccini anti Covid, oltre 44 mila somministrazioni ma le dosi scarseggiano

Secondo i dati forniti dall'Azienda sanitaria provinciale, il siero Pfzier è quello più usato nell'Agrigentino

 

“Siamo ai primi di aprile e il numero dei vaccini che abbiamo inoculato è di 44.353 che è un numero significativo, non possiamo farne di più perché non abbiamo le dosi”. Questi in sintesi sono i dati sulle vaccinazioni antiCovid effettuate in provincia di Agrigento che, in un video, sono stati illustrati dal commissario straordinario dell’Asp di Agrigento Mario Zappia che, ancora una volta, evidenzia come la disponibilità delle dosi  sia il requisito indispensabile per raggiungere l’obbiettivo di riuscire a vaccinare il target di popolazione imposto nel minor  tempo possibile. 

Pasqua e Covid, gli auguri del prefetto agli agrigentini: “Che sia una festa serena da trascorrere con i congiunti stretti”
Pasqua e Covid, gli auguri del prefetto agli agrigentini: “Che sia una festa serena da trascorrere con i congiunti stretti”

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/covid-appelli-prevenzione-contagio-pasqua-prefetto.html

Dai dati forniti dall’azienda sanitaria, si evince come il siero più somministrato nei punti di vaccinazione dell’agrigentino è quello della casa farmaceutica Pfizer, 29.000 le dosi inoculate, di queste 7.914 sono quelle che sono state iniettate nell’hub del Villaggio Mosè dove dall’apertura del 15 marzo scorso, sono state complessivamente 8.690 le vaccinazioni eseguite. Del discusso vaccino Astrazeneca invece sono state inoculate 13.501 dosi,   l’ospedale “San Giacomo D’Altopasso” è stato il presidio che ha utilizzato più di tutti questo siero con 1263 dosi inoculate.

Dati meni rilevanti invece per il terzo vaccino attualmente disponibile, il Moderna che complessivamente è stato somministrato a 1843 agrigentini. 

Il rischio di nuovi stop nelle vaccinazioni è dunque legato alla disponibilità delle dosi in arrivo. Il commissario dell’Asp Zappia, annuncia anche la prossima apertura del Covid Hospital di Ribera. “In attesa del completamento dei lavori e della inaugurazione ufficiale, da oggi iniziano i ricoveri nei riparti che sono pronti”.

Sanità, entro un mese nuove terapia intensiva e sub intensiva all'ospedale di Ribera
Sanità, entro un mese nuove terapia intensiva e sub intensiva all'ospedale di Ribera

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/ospedale-ribera-terapia-intensiva-sanita-lavori.html

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento