Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pasqua e Covid, gli auguri del prefetto agli agrigentini: “Che sia una festa serena da trascorrere con i congiunti stretti”

I dati sulla diffusione del contagio sono in costante crescita e le autorità rinnovano gli appelli alla cautela e al rispetto delle precauzioni

 

“Il tempo della tolleranza è ormai finito, tutte le forze che mettiamo in campo per il rispetto delle norme anti-Covid possono contrastare le violazioni pubbliche ma non possiamo assolutamente fare nulla contro quello che sembra essere il motivo della non diminuzione dei contagi ovvero, le riunioni in casa e i festeggiamenti per lauree e altri eventi. Tutto questo deve veramente finire se vogliamo che la nostra comunità riprenda a vivere. Auguro agli agrigentini di vivere serenamente la Pasqua con i congiunti stretti”.

Così dai microfoni di AgrigentoNotizie ha parlato il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa a margine di una videoconferenza con la stampa e i vertici provinciali delle forze dell’ordine per fare il punto sulla situazione epidemica nell’Agrigentino. 

Feste e riunioni "segrete" nelle case: contagi Covid e ricoveri in aumento, il prefetto: "Dati allarmanti"
Feste e riunioni "segrete" nelle case: contagi Covid e ricoveri in aumento, il prefetto: "Dati allarmanti"

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/agrigento-controlli-feste-riunioni-controlli-case-contagi-covid-variante-brasiliana.html


Alla conferenza  ha partecipato anche il commissario straordinario dell’Asp di Agrigento, Mario Zappia che ha fatto il punto sulla allarmante diffusione del virus che ha ridotto drasticamente il numero di posti letto negli ospedali. Zappia si è detto seriamente preoccupato anche per la presenza anche della variante brasiliana che nei giorni scorsi è stata accertata in un uomo di Canicattì.


“La variante brasiliana – dice dai microfoni di AgrigentoNotizie il commissario dell’Asp Zappia - è una brutta compagna di viaggio e questa variante – aggiunge il commissario - dai dati scientifici in nostro possesso, sappiamo che  è sei volte più diffusiva e due volte e mezzo più letale”.
Oltre al commissario straordinario dell’Asp la redazione di AgrigentoNotzie ha incontrato anche il sindaco della città dei Templi Franco Miccichè che nel mezzo della settimana santa, rinnova l’appello a rispettare le norme anti contagio.


“In prossimità delle festività pasquali – dice il sindaco Miccichè -   è abitudine riunirsi in famiglia e fra amici e specialmente nella giornata del lunedì di Pasqua, faccio appello ai cittadini per  evitare queste occasioni  e di stare attenti e rispettare le regole perché i contagi continuano a crescere e questo significa che le due varianti, quella inglese e quella brasiliana, sono in mezzo a noi”.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento