Frutta stagione, la primavera nel cesto

Fragole, ciliege, albicocche, nespole. Tutta la frutta tipica della stagione primaverile, buona, nutriente e golosa.

Comprare frutta e verdura di stagione è sempre una buona idea per vari motivi, infatti la frutta e la verdura di stagione è più nutriente, più gustosa e la spesa è più sostenibile ed economica.

Nei mesi di aprile, maggio e giugno  la frutta che possiamo trovare è anche delle più golose: ciliegie, nespole, albicocche, fragole, pesche, melone, prugne. 

Abbiamo quindi pensato di presentarvi un breve vademecum sulla frutta di stagione e sulle proprietà nutritive e benefiche di ognuna di esse.

Ciliegie

Le ciliegie sono un frutto che fornisce proprietà disintossicante, diuretiche e depurative. Aiutano a regolarizzare la funzione intestinale e, grazie alla presenza di flavonoidi, di vitamine A ed acido ascorbico, stimolano la produzione di collagene che apporta benefici all’epidermide ed ai tessuti; combattono l’azione dei radicali liberi e contrastano l’invecchiamento; contrastano il processo di ossidazione cutanea. Sono un alleato naturale per combattere l’obesità: la presenza di fibre alimentari fanno sì che conferiscano alta sazietà, allontanando l’appetito. Ricche di antiossidanti, le ciliegie hanno un alto contenuto di antociani e di composti polifenolici in grado di fungere da antitumorali e da inibitori dell’insorgenza di patologie cardiovascolari. Le ciliegie sono molto gustose, perfette per uno spuntino leggero oppure per impreziosire dolci e gelati.

Nespole

La nespola è un frutto che ha una consistenza carnosa e un gusto agrodolce. Sono costituite soprattutto da acqua e hanno un basso apporto calorico: 100 gr di nespole corrispondono a circa 29 kcal. Questi frutti contengono la vitamina A, B e C e molti sali minerali. Sono ritenute un valido aiuto nel regolarizzare le funzioni intestinali.

Albicocche

L’albicocca appartiene alla famiglia delle Rosaceae; sono ottime nei dolci ma anche da mangiare da sole. È consigliato mangiarle quando sono ancora sode e poco mature. Sono molto delicate e vanno conservate tenendole al fresco, e separate da altri alimenti. Per quanto riguarda i valori nutrizionali, 100 g di albicocche contengono circa 3 grammi di fibra, pari al 10% del fabbisogno giornaliero e nonostante siano molto dolci, il loro apporto calorico si aggira sulle 50 calorie totali. Le albicocche sono quindi utili per dimagrire e tenere a bada l’iperglicemia. Come tutti i frutti di colore arancione sono dei potenti antiossidanti. Tutto ciò è dovuto alla vitamina A, che contribuisce ad arginare gli effetti dei radicali liberi.

Fragole

Le fragole, dolci e succose, sono bellissime da vedere e donano bellezza attraverso i loro enzimi e la capacità di regolare l’intestino grazie all’apporto di fibre. Contribuiscono allo sviluppo di globuli rossi nel sangue grazie alla vitamina C che favorisce l’assorbimento di ferro, rallenta la formazione di rughe e elimina quella della cellulite. Contribuiscono anche al benessere dei denti perché contengono Xilitolo, che li rende bianchi e splendenti. Le fragole sono un super food dal contenuto record di antiossidanti. Sono meravigliose da sole ma rendono speciali anche dessert, gelati e insalate.

Pesche

Le pesche sono frutti ricchi d’acqua e molto poco calorici che svolgono un effetto diuretico e depurativo: le fibre aiutano ad abbassare il colesterolo e a favorire la digestione e la regolarità intestinale, mentre i sali minerali di cui sono ricche ne fanno un alimento ideale per risollevarsi in periodi di particolare stanchezza e per alzare una pressione troppo bassa. Contengono molte vitamine (A e C), che aiutano la rigenerazione della pelle; molti antiossidanti, utili per contrastare malattie cardiovascolari e diabete; calcio e magnesio per il benessere delle ossa. Grazie al selenio, proteggono le cellule e le riparano dai danni del tempo. Per quanto riguarda i valori nutrizionali, questi frutti apportano circa 39 kcal per 100 grammi. Ricche d’acqua e poverissime di grassi, non contengono colesterolo né sodio.

Melone

Il melone contiene una percentuale elevata d’acqua (pari a circa al 95%) ed è ricco di vitamine (C, A e B) e sali minerali come ferro, calcio e fosforo. Questo frutto aiuta a depurare i reni e a contrastare il bruciore di stomaco. Non contiene grassi saturi e assicura uno scarso apporto calorico, pari a circa 60 calorie per una porzione media. Il melone ha un gusto dolce e può essere consumato da solo, aggiunto ad un’insalata oppure insieme al prosciutto, creano un piacevolissimo contrasto tra il salato e la dolcezza del frutto.

Prugne

Le prugne sono un alimento nutriente e saziante, ad alto contenuto di potassio, fosforo, calcio, magnesio, ferro, vitamina A, vitamina C e polifenoli. Le prugne sono ricche di fibre, un’ottima fonte idrica ma non solo, presentano un ottimo effetto saziante e sono capaci di migliorare il transito intestinale. Attenzione a non esagerare con il consumo però. Infine sono antiossidanti e, secondo alcuni studi, prevengono l’osteoporosi e il tumore al colon.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento