menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Speciale elezioni 2015 Agrigento, l'intervista a Lillo Firetto

Cinque dei sette candidati sindaco al Comune di Agrigento hanno rilasciato ciascuno un'intervista ad AgrigentoNotizie in vista delle elezioni amministrative. L'intervista a Lillo Firetto

- Qual è il primo punto che affronterà nel caso in cui venisse eletto sindaco?

Non c'è un solo punto. Siamo una squadra attrezzata per affrontare diversi problemi: interventi di decoro urbano, approvazione rapida del piano urbano della mobilità, avvio del progetto del Quadrivio Spinasanta con relativo parcheggio, soluzioni per le diverse problematiche di San Leone nella stagione balneare.  

- Come pensa di risanare il bilancio comunale?

"Bisogna essere molto realisti. La situazione finanziaria del Comune di Agrigento non è florida. Renderemo noto il livello effettivo del deficit attuale per operare di conseguenza. Attueremo un percorso contabile di “Pulizia di Bilancio” per la revisione effettiva di ogni credito ed ogni debito. Sarà predisposto ed approvato un serio Piano di risanamento che dovrà coinvolgere consapevolmente Giunta e Consiglio comunale. Dovrà attuarsi un efficientamento amministrativo che riduca la spesa e permetta gradualmente di alleggerire la pressione fiscale.

- Rifiuti e acqua pubblica. Quale sarà la sua posizione in merito a questi due importanti aspetti?

La Comunità Europea impone annualmente pesanti sanzioni alla Sicilia per gli scarsi risultati raggiunti nella raccolta differenziata. In attesa di una riforma del sistema di filiera, dalla raccolta al trattamento finale, come Comune capofila della SRR proveremo a riportare ad unità le scelte dei singoli Comuni, in modo da garantire che tutti i Piani d’Intervento siano simili e conformi al Piano d’Ambito. 

E' necessario che Agrigento allarghi l’ambito ottimale al fine di garantire ai cittadini ulteriori risparmi per economie generali di spesa. L'obiettivo è il 70 per cento di differenziata,  dovrà tradursi in un risparmio per gli utenti con l'abbattimento dei costi di conferimento in discarica e quindi in una riduzione della tariffa per il cittadino.

Acqua: saranno raccolte presso uno sportello comunale le segnalazioni di eventuali problemi e disfunzioni, che saranno sottoposte al concessionario Girgenti Acque e riscontrate direttamente come amministrazione delegante. Allo scopo, se necessario, sarà istituito un organismo di controllo della cui composizione, opportunamente regolamentata, faranno parte anche i cittadini. Sarà attivata la Commissione di Conciliazione Interna prevista dal Regolamento d’Utenza sottoscritto tra gli Enti e Girgenti Acque che potrà ridurre il contenzioso in sede stragiudiziale aiutando in modo concreto i contribuenti che spesse volte non riescono ad avere neanche risposte valide dal gestore. L'acqua dovrà essere tutti i giorni e con la pressione convenuta. I costi dovranno essere contenuti.  Il Comune deve curare gli interessi di un bene primario.

- Le strade della città sono un colabrodo, che hanno talvolta causato anche delle morti. In molti ritengono sia un problema da affrontare urgentemente. Come pensa di risolverlo?
Valuteremo la possibilità di una locazione finanziaria per la manutenzione: uno strumento cui finora si è fatto poco ricorso, ma che potrebbe essere molto utile. 

- Qual è il valore aggiunto per il quale gli agrigentini dovrebbero sceglierla? 
Perché io e la mia squadra siamo capaci di scrivere un'altra storia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento