Atti di nascita, riconoscimento e adozione: le istruzioni

Nascite, riconoscimento di figli, adozioni: in tutti i casi l'ingresso di un nuovo componente nella famiglia necessita del giusto certificato. Scopriamo come fare

Quando nasce un bambino o si adotta un figlio è obbligatorio portare a termine alcuni atti burocratici. Scopriamo di seguito come ottenere certificati di nascita, riconoscimento e adozione a Ravenna.

Dichiarazione di nascita

Quando avviene una nascita è obbligatorio fare la dichiarazione di nascita per l'iscrizione del nuovo nato nel registro comunale dello stato civile. La dichiarazione di nascita può essere fatta, alternativamente presso:

  • l'ospedale o la casa di cura dove è avvenuta la nascita ed è ricevuta dal direttore sanitario o da persona da lui delegata
  • il Comune nel cui territorio è avvenuta la nascita
  • il Comune di residenza dei genitori, se diverso da quello di nascita
  • il Comune di residenza della madre, se diverso da quello di nascita, quando i genitori hanno residenze differenti

Per il caso di dichiarazione ricevuta presso un ospedale o casa di cura, il direttore sanitario ha l'obbligo di trasmettere la dichiarazione, entro dieci giorni dalla sua ricezione, all'ufficiale di stato civile del Comune di residenza dei genitori del nuovo nato o, nel caso che questi abbiano residenze diverse, del Comune di residenza della madre.

I tempi

La dichiarazione di nascita può essere effettuata:

  • entro 3 giorni al Direttore sanitario della struttura dove è avvenuta la nascita
  • entro 10 giorni all’Ufficio di Stato Civile del Comune di nascita o di residenza di uno dei genitori.

In entrambi i casi la dichiarazione è resa:

  • da uno solo dei genitori, o loro delegato, se coniugati;
  • personalmente da entrambi i genitori se non coniugati;
  • un medico, ostetrica o qualsiasi persona che abbia assistito al parto.

Chi fa la dichiarazione deve sempre rispettare l'eventuale volontà della madre di non essere nominata.

I documenti da presentare se si rende la dichiarazione all’ufficio di Stato civile sono:

  • documento di identità del genitore o di chi presenta la dichiarazione;
  • documento di identità di entrambi i genitori se non coniugati;
  • attestato di nascita rilasciato dall’ospedale.

Riconoscimento

Passiamo ora alla pratica di riconoscimento di un figlio naturale, un atto che può avvenire anche dopo la nascita. Nel caso il riconoscimento non avvenga contestualmente alla nascita, la pratica può venir avviata con dichiarazione davanti all’ufficiale di Stato Civile da parte del cittadino che intende riconoscere un figlio. L’Ufficio di Stato Civile acquisisce la documentazione occorrente.

Nel caso di riconoscimento di figlio minorenne:

  • se il bambino è minore di 14 anni è necessaria la dichiarazione di assenso dell’altro genitore che ha già riconosciuto il figlio;
  • oltre i 14 anni è necessaria la dichiarazione di assenso del minore stesso.

La mancanza di consenso può essere superata da un provvedimento del giudice che autorizzi il riconoscimento se nell’interesse del minore.

Nel caso di riconoscimento di persona maggiorenne è necessaria la dichiarazione di assenso dell’interessato.

A seguito di riconoscimento il Tribunale minorile attribuisce il nuovo cognome che verrà comunicato allo Stato Civile per la relativa trascrizione. Per il riconoscimento dei figli da parte di un genitore non italiano fa riferimento la normativa del paese di appartenenza del richiedente.

Adozione

Il principio dell'adozione è soddisfare il diritto di ogni bambino ad avere una famiglia. Al termine del procedimento dichiarativo di adozione, l'adottato acquista lo stato di figlio legittimo degli adottanti e riceve uno status giuridico stabile e definitivo di figlio a tutti gli effetti del nuovo nucleo familiare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ufficio di Stato civile nel procedimento di adozione ha la sola competenza della registrazione dell’evento nei registri dello Stato civile: le adozioni sono normalmente trascritte d’ufficio su trasmissione del tribunale di competenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • Giovane torna da Malta e risulta positivo al Covid, emigrato sabettese ricoverato a Malattie infettive

  • Temporali in arrivo, diramata una nuova allerta meteo "gialla"

  • Disoccupato 37enne si toglie la vita, i carabinieri avviano le indagini

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Frana il costone di Maddalusa, solo paura per i bagnanti: nessun ferito

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento