Sabato, 20 Luglio 2024

Blocco dei bonus edilizi e imprese a rischio, Donzelli (FdI):"Non era più sostenibile"

Il coordinatore del partito di Giorgia Meloni dalla Città dei Templi ha anche parlato di sbarchi e del criterio di selezione dei migranti

“Non era più sostenibile, non poteva proseguire. I danni sono dati dalla superficialità di una legge che aveva accontentato qualcuno ma che aveva creato una serie di problemi, per le casse dello Stato e per le truffe. C'è una situazione molto difficile che cercheremo di risolvere ma non è ammissibile proseguire per il futuro con gli stessi errori fatti nel passato perchè non sono più sostenibili per la nazione”.

Così dai microfoni di AgrigentoNotizie il coordinatore nazionale di Fratelli D'Italia, Giovanni Donzelli sul blocco dei bonus edilizi introdotto ieri, giovedì 16 febbraio, dal Decreto Legge 11 e che, secondo sindacati e associazioni di categoria, potrebbe causare la chiusura di migliaia di piccole aziende edili e dunque, la perdita di molti posti di lavoro. 

La presenza ad Agrigento del parlamentare che è al centro delle polemiche per il suo discorso alla Camera sulle conversazioni sul 41 bis avvenute in carcere tra l'anarchico Alfredo Cospito ed alcuni esponenti mafiosi, si deve ad un incontro promosso dai responsabili provinciali di Fratelli d'Italia sulle linee politiche del governo in materia di lavoro. Nel mentre, a Lampedusa, l'hotspot è nuovamente al collasso dopo l'ondata di sbarchi registrati nelle ultime 24 ore, dalla città dei Templi, il coordinatore nazionale del partito della Meloni, ha anche parlato di contrasto all'immigrazione.

“Dobbiamo stabilire il criterio di selezione degli immigrati – dice in merito Donzelli – non è umano far scegliere ai trafficanti di uomini che gestiscono i barconi, chi può venire in Italia ma deve essere lo Stato ad attuare un' immigrazione sostenibile”.

Sbarchi senza sosta a Lampedusa: sono 2.110 i migranti all'hotspot

Video popolari

AgrigentoNotizie è in caricamento