Come pulire la cappa della nostra cucina

E' lo strumento che ci aiuta a catturare gli odori più o meno piacevoli quando cuciniamo; ecco i consigli su come pulire la cappa

La pulizia della cappa della cucina si rivela fondamentale per eliminare i cattivi odori e i fumi che si sprigionano quando si cucina, inoltre, col trascorrere del tempo, il filtro tende a impregnarsi di unto, facendo diminuire l’efficacia dell’aspirazione. Vediamo, quindi, come pulire la cappa della cucina in acciaio e in alluminio, i suoi filtri e la griglia con alcuni rimedi molto efficaci che faranno tornare alla sua brillantezza e funzionalità originale questa componente molto importante per la cucina.

Come pulire la cappa della cucina con rimedi efficaci

Per eliminare gli odori e i germi è necessario effettuare un’accurata pulizia della cappa della cucina almeno una volta al mese. I tempi possono accorciarsi in base all’utilizzo che ne fai. Se la utilizzi tutti i giorni è necessario pulire la cappa una volta ogni due o tre settimane. Questa componente, infatti, contiene al suo interno una griglia e dei filtri di assorbimento che, per svolgere correttamente la loro funzioni, devono ricevere un’adeguata manutenzione.

Pulire la griglia della cappa

Dopo aver pulito la parte esterna con una spugnetta umida, intrisa di acqua e sapone neutro, e aver poi asciugato con un panno morbido, facendo attenzione a non lasciare aloni, si può procedere alla pulizia della griglia. È necessario smontare la griglia della cappa, la quale dovrà essere lavata in maniera accurata. Il lavaggio si può effettuare con acqua e sapone neutro. Nel caso la griglia sia particolarmente unta, si può utilizzare una sostanza composta da acqua calda, bicarbonato di sodio e aceto bianco e lasciare in ammollo per qualche minuto.

Pulire i filtri della cappa

Effettuata l’operazione di pulizia della griglia della cappa, si può togliere il filtro metallico. Se questo è “antigrasso”, potrà tranquillamente essere lavato a mano oppure in lavastoviglie. Mentre se è un filtro “a carboni attivi”, non potrà essere lavato, perché perderebbe la sua funzione di assorbimento degli odori.

Nel primo caso, si può procedere con la pulizia del filtro antigrasso immergendolo  in una pentola di acqua bollente a cui sono stati aggiunti tre/quattro cucchiai di bicarbonato di sodio, e lasciandolo in immollo per qualche minuto per poi risciacquarlo sotto l’acqua del rubinetto.

Nel caso dei filtri con carboni attivi basterà semplicemente sostituirli con dei filtri nuovi, i quali sono costituiti da materiali sintetici che svolgono la funzione di assorbire gli odori.

Come pulire la cappa della cucina in acciaio

Nel caso la cappa sia in acciaio, è necessario utilizzare dei prodotti specifici che puliscano in maniera efficace le superfici e rispettino la patina presente. Il semplice utilizzo dell’acqua può non bastare e può rivelarsi addirittura dannoso. L’acqua, anche se pura, può contenere elementi (tra cui sale, ferro e calcare) che possono portare alla formazione di macchie ed alla conseguente ossidazione della superficie. Anche l’utilizzo di un comune detersivo per i piatti al limone può rivelarsi uno strumento efficace per pulire la parte esterna della cappa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: trucchi e consigli per pulire e disinfettare il condizionatore

  • Come affittare una casa vacanze

  • Giardino smart, come irrigare e illuminare l’esterno con la domotica

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento