rotate-mobile
Corretta refrigerazione / Centro città

Conservare in frigo i cibi per non sprecarli, ecco i consigli utili

Frutta e verdura sono i più "sensibili". È importante conoscere alcune regole come ad esempio non sovraccaricare il frigorifero riempiendolo eccessivamente

Con la bella stagione arrivano sulle nostre tavole le massime espressioni di frutta e verdura. D'obbligo saperle conservare. Perché non durano così a lungo? Che cosa fare per evitare tutto questo? È opportuno partire dalle modalità di conservazione. Se è necessario porli in frigo bisogna scegliere la temperatura giusta che si aggira sui 4 gradi nelle zone più fredde del frigorifero e arriva a 6 gradi nella porta laterale. Ecco come conservare i cibi per evitare che vadano a male. 

Insalata: è necessario eliminare il sacchetto di plastica aumenta la condensa, avvolgere l'insalata con un foglio di carta assorbente e porre dentro un'insalatiera.

Broccoli: se non è possibile consumarli a poche ore dall'acquisto vanno avvolti con pellicola o foglio di alluminio. Si può anche optare per congelarli dopo averli bolliti.

Fragole:per evitare che si formi la muffa è necessario mettere in un'insalatiera dieci parti di acqua e una di aceto bianco mettere dentro le fragole, scolare e poi risciacquare dureranno molto più a lungo, provare per credere.

Cipolle: queste vanno messe dentro un paio di collant, separando l'una dall'altra le cipolle con un nodo. Da conservare in un luogo buio, fresco e asciutto. 

Patate: conservarle vicino alle mele eviteranno di germogliare velocemente.

Aglio: si sconsiglia di metterlo in frigo. Da porre lontano dalla luce in luogo asciutto e fresco, in alternativa può essere congelato, va pelato e poi riposto in sacchetti trasparenti. 

Prima di capire come sistemare il cibo all’interno del frigorifero, è importante conoscere alcune regole come ad esempio non sovraccaricare il frigorifero riempiendolo eccessivamente. I prodotti devono essere conservati all’interno dei contenitori, preferibilmente di vetro ed ermetici, per evitare la contaminazione. Infine, non dobbiamo mai inserire il cibo caldo all’interno dell’apparecchio altrimenti si rischiano sbalzi di temperatura. Anche il posizionamento dei cibi è fondamentale.

Ripiano in alto: questa è la parte meno fredda e quindi possiamo mettere yogurt, latticini, salse o marmellate
Ripiano centrale: qui la temperatura aumenta un po’ di più, va dai 4 ai 6 gradi per questo è adatta per la conservazione di tutti quegli alimenti che dopo l’apertura devono essere conservati nel frigo, ma anche per il cibo cucinato o i salumi
Ripiano in basso: questa è la zona più fredda del frigo, la temperatura si aggira sui 2° C e qui vanno conservati gli alimenti deperibili come il pesce e la carne che devono essere conservati per non più di 48 ore
Cassetti: insieme al ripiano in alto, è la zona meno fredda, infatti si hanno circa 8/10 gradi, per questo è indicata per la verdura e gli ortaggi che vanno inseriti senza essere lavati per non rischiare che l’acqua residua formi la muffa
Porta: questa è la zona più calda del frigorifero per questo bisogna posizionare tutti quegli alimenti che hanno bisogno di stare in fresco e non devono essere conservati come ad esempio le uova, il burro e le bevande.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conservare in frigo i cibi per non sprecarli, ecco i consigli utili

AgrigentoNotizie è in caricamento