Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Mare Jonio molla gli ormeggi, la portavoce di Mediterranea: "Grazie Licata"

L'imbarcazione è partita per la quarta missione dell'anno, capo missione è Luca Casarini, 22 invece sono i membri dell'equipaggio

 

Dopo oltre due mesi e mezzo, la nave "Mare Jonio" della Ong "Mediterranea Saving Humans" ha mollato gli ormeggi dal porto di Licata.

"Torniamo nel Mediterraneo centrale - scrive la Ong sul suo profilo social -  a monitorare e denunciare le violazioni dei diritti umani e, laddove ci siano persone in pericolo, a salvare vite. Poche ore prima della partenza, AgrigentoNotizie ha incontrato la portavoce di" Mediterranea": Alessandra Sciurba. Dopo il periodo di blocco, dovuto anche al sequestro probatorio dell'imbarcazione, l'organizzazione non governativa ha avviato una campagna di raccolta dei fondi necessari per riprendere la navigazione. Grazie alle donazioni, Mare Jonio ha potuto, dunque, rifornirsi di viveri e carburante e avviare la quarta missione dell'anno che è supportata anche dall'Ong "Long Life" che, con una barca a vela, darà aiuto.

La Mare Jonio è stata dissequestrata, la ong: "Torniamo a salvare vite"

Capo missione è Luca Casarini, 22 invece sono i membri dell'equipaggio. A bordo anche Cecilia Sarti Strada e la scrittrice Caterina Bonvicini. La portavoce di "Mediterranea" ci ha portati a bordo di nave "Mare Jonio" e dai microfoni di AgrigentoNotizie ha ringraziato i cittadini di Licata per l'affetto dimostrato all'equipaggio in questi mesi. Alessandra Sciurba si è anche soffermata sui tentativi di blocco, attuati dal Governo, alle missioni delle navi civili impegnate nelle attività di salvataggio. Il mutato palcoscenico politico italiano fa ben sperare la portavoce della Ong che ricorda gli scenari del loro campo d'azione. "C'è una guerra terribile - dice Alessandra Sciurba -  le persone scappano come possono. Finchè non si aprono dei canali umanitari per portarli in sicurezza in Europa, loro continueranno ad attraversare quel mare e noi continueremo ad esserci".

L'inchiesta sulla "Mare Jonio", ecco tutti i dettagli 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento