L’inchiesta sulla Mare Jonio, la Procura convalida il sequestro

L’ufficio diretto da Luigi Patronaggio ipotizza, a carico del comandante e dell’armatore, il favoreggiamento dell’immi clandestina e due violazioni del codice della navigazione

Il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, e il pubblico ministero Alessandra Russo hanno convalidato il sequestro probatorio della nave Mare Jonio, della Ong Mediterranea, sbarcata venerdì a Lampedusa dopo avere salvato 30 migranti in acque libiche.

Caso "Mare Jonio" bis, iscritto nel registro degli indagati il comandante

L'ufficio diretto da Luigi Patronaggio ha ratificato il provvedimento adottato su iniziativa della Guardia di finanza, ritenendolo necessario - sottolineano fonti della procura - per eseguire alcuni accertamenti sull'imbarcazione.

"Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina", sequestrata la "Mare Jonio"

Gli inquirenti contestano al comandante e all'armatore della Mare Jonio il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e due violazioni del codice della navigazione. Si tratterebbe, comunque, allo stato, di un atto dovuto necessario per proseguire le indagini e accertare i fatti.

La Procura convalida il sequestro della nave, Salvini: "E' un precedente storico"

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Specchio, specchio delle mie brame

  • Il party perfetto di Ferragosto

I più letti della settimana

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • Mafia e massoneria deviata, scatta un altro arresto e un obbligo di presentazione alla Pg

  • Si sente male mentre fa il bagno, tragedia in spiaggia: muore un pensionato

  • Ritrovato nascosto in un casolare il trattore rubato: scattano tre arresti

  • Auto investe un ciclomotore e scappa: due 17enni feriti, denunciato automobilista "pirata"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento