Nasce il "Museo di città" per celebrare i 2600 anni dalla fondazione di Akragas

L'ex collegio dei Filippini accoglierà il polo che racconterà la storia: è il primo caso in Sicilia

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Grazie ad un accordo tra il Comune di Agrigento, Fondo ambiente italiano e Regione Sicilia, nel 2020, anno che segna i 2600 anni di fondazione di Akragas,  il terzo piano dell'ex collegio dei Filippini sarà destinato ad un polo museale interamente dedicato alla città dei Templi.  Per la Sicilia è il primo caso di museo di città. L'annuncio è stato fatto a margine del convegno Anci che si svolge proprio nell'immobile di via Atenea.

Ex collegio dei Filippini, Comune e Fai lavorano per un "museo della città" 

"E' il racconto della città nei suoi 2600 anni - ha detto il sindaco Lillo Firetto -, con lo sviluppo urbanistico che la città ha avuto dalla sua nascita ai giorni nostri". "Agrigento oserei dire che è la patria dei beni culturali italiani, per la bellezza, per la ricchezza del suo patrimonio e può svolgere un ruolo importante" - è stato questo il commento del  vice presidente della Regione Gaetano Armao che ha seguito l'iter che prossimamente porterà alla stipula della convenzione e successiva nascita del museo - .

Il Fai compra "casa" nella Valle dei Templi 

Potrebbe Interessarti

  • Sequestro di persona e violenza sessuale, il bracciante agricolo bloccato dai carabinieri confessa

  • Ha salvato una donna dopo l'esplosione, l'ambulante senegalese: "Urlava aiuto, le ho strappato i vestiti in fiamme"

  • Le fiamme distruggono i grani antichi della Valle dei Templi, raccolto andato in cenere

  • Tataratà annullato, mentre Casteltermini canta e prega in piazza si fa duro lo scontro fra assessore e sindaco

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento