Consiglio comunale, Marcella Carlisi: "E' una continua farsa"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Ieri in Consiglio comunale si è svolta l’ennesima farsa. La presunta maggioranza, gonfiata dalla terra di mezzo, non è riuscita a raggiungere per ben 2 volte il numero legale e a far cominciare la seduta sulle direttive generali del PRG. Tutto ciò dopo aver chiesto il rinvio ma soprattutto dopo aver contestato, la scorsa settimana,  all’opposizione di aver abbandonato l’aula, criticando un atto politico volto a misurare i numeri degli arroganti firettiani.

In pratica la rude richiesta presentata in aula è quella della ratifica supina dei vari punti proposti dalla Giunta senza colpo ferire, senza fiatare né battere ciglio altrimenti si viene investiti da puro livore e ridicole e bambinesche schermaglie che fanno perdere la voglia di andare ad occupare gli scranni.

Sempre più Consiglieri agiscono svogliatamente e disertano le sedute.  Anche gli eccitati firettiani, ansiosi di recitare al più presto il loro si e andare via non sono disposti a restare seduti a lungo e qualche pettegolo sussurra che affrontino le poche ore di consiglio giocando con il cellulare.

Questa amministrazione sta sfiancando la città ma anche i consiglieri con le sue ottuse pretese e gli atti di prepotenza. Dopo un’ora di niente si è tornati a casa e oggi si riconvoca con numero legale più basso ma è venerdì, è estate, è San Calogero e magari si rinvierà ancora l’esercizio della democrazia. Al prossimo anno più probabilmente, quando questa amministrazione (forse) non ci sarà più.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento