Di Rosa (Mani Libere): "Lavoratori dei cantieri di servizio costretti a elemosinare la paga"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Cantieri di servizio: rieccoci, hanno lavorato, adesso vanno retribuiti!!!! Mentre l'assessore (che costa alle casse comunali 300.000€ in 5 anni per non gestire un solo euro) per cercare di giustificare il fatto che il Comune non ha inserito nessun euro in 5 anni nei capitoli della solidarietà sociale, sventola come un successo del comune i 2 milioni di euro inviati dalla Regione per i “cantieri di servizio”(cosa fatta per tutti i comuni della sicilia dal governo regionale) per aiutare disoccupati e famiglie disagiate che vengono ancora una volta penalizzati da chi amministra Agrigento. Ancora oggi dopo che i cantieri sono stati chiusi il 9 u.s., a distanza di 15 giorni, non vengono corrisposte le spettanze a quanti con sacrificio e con spese anticipate per recarsi sul posto di lavoro ha dato un servizio alla collettività.

Perchè non vengono corrisposte le spettanze sei cantieri sono regolarmente iniziati?

Purtroppo come abbiamo più volte scritto, anche gli uffici da 4 anni ed oltre soffrono della mancanza di una guida amministrativa che rispetti il lavoro degli altri e lasci lavorare nella massima serenità gli uffici stessi. Come si possono avviare al lavoro dei lavoratori facendogli di fatto affrontare delle spese per raggiungere il posto di lavoro, se poi non si riesce a mantenere gli impegni finanziari con gli stessi che sono costretti ad elemosinare mensilmente le proprie spettanze ?

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento