Ztl e parcheggi, via all'assemblea generale del commercio: ecco quando

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Riportare al centro del dibattito politico locale la problematica dei parcheggi e l’accostamento di servizi indispensabili alla ZTL, in risposta al silenzio dell’amministrazione su questo punto e le innumerevoli proposte di variazione della regolamentazione dei parcheggi che non sono state oggetto di interesse e che trovano applicazione nell’immediato. Individuazione ed approvazione di un progetto esecutivo, realizzabile a breve termine, che possa dare una soluzione concreta e definitiva a questo problema, considerando che il consorzio, in tal senso, si rende disponibile a compartecipare, anche finanziariamente, il progetto.

 Revisione del regolamento TARI, ricalcolandone le percentuali di carico della spesa generale rispetto a quanto in essere attualmente, di certo inique e non corrisposte ne al servizio offerto ne correttamente distribuite fra le categorie elencate.  Richiesta al consiglio comunale tutto di procedere con celerità ad una variazione del bilancio appena approvato per istituire un capitolo relativo alle tematiche del commercio ed in particolare al Consorzio Spazio Centro, riconosciuto con decreto assessoriale n°153 del 09.02.2010 con cod. identificativo CCN009.

 Esercitare le attività di nostra competenza, ai sensi dell’art. 24 del nostro statuto, ed in particolare tutte quelle concernenti il miglioramento del decoro e dell’immagine del centro urbano e del centro storico ai fini di potere impedire l’avanzamento dello stato di degrado urbano derivante dalla desertificazione del centro storico, come già evidenziato in varie occasioni dai referenti di Confcommercio Sez.

Agrigento, al quale non si è posto in essere nessun provvedimento per tamponare l’emorragia in atto.  Avviare le procedure per la contabilizzazione delle somme residue in graduatoria ZFU, non utilizzate da soggetti inattivi, ai fini di un eventuale riassegnazione ai soggetti attivi ad oggi. 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento