Precariato, il sindacato Confael: "Anche allo Iacp va trattato con rispetto"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il Segretario Provinciale del sindacato Confael, Manlio Cardella, cosciente dell'importanza dell'Istituto Autonomo Case Popolari, che gestisce settemila alloggi nel territorio della provincia di Agrigento, e che svolge l'importante funzione di lenire il crescente disagio abitativo, per quella parte di popolazione sofferente ed in situazioni di gravi difficoltà economiche  ed occupazionali , ha richiesto  di essere convocato con urgenza, al Commissario Straordinario, al Direttore Generale  e al Dirigente Finanziario dello IACP di Agrigento.

Il Sindacalista della Confael Manlio Cardella,  congiuntamente alla RSU di riferimento Giuseppe Maraventano e Giovanni Montalbano,  crede fermamente che l'IACP per operare proficuamente e fornire  un servizio ottimale all'utenza, non possa più attardarsi  ad assicurare certezze attese oramai da lungo tempo, dal personale dipendente. Un’azione sindacale ancora più incisiva, afferma Cardella,  la Confael intende dedicare ai precari dell’Istituto, riconosciuti, insieme ai tanti,  come la spina dorsale del funzionamento degli  enti locali e della regione.  Per tale motivo  sono stanchi di pagare sulla propria pelle ritardi e strumentalizzazioni politico sindacali a tutti i livelli.

Auspichiamo da parte del Commissario Straordinario dello IACP  d’intesa con la Confael, un immediato risolutivo  confronto   per definire le procedure di stabilizzazione dei dipendenti precari, l'approvazione del bilancio preventivo, unico documento contabile, non ostativo alla concretizzazione degli step intermedi, ma necessario per gli atti conclusivi di definizione della stabilizzazione. Non ultimo per rivedere anche  l'assetto organizzativo,  in applicazione del CCNL 2018/2020 funzioni locali, per una puntuale verifica sullo stato dei procedimenti amministrativi, sulle deleghe di funzioni e della loro refluenza sulla graduazione delle posizioni apicali.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento