Cgil parla Massimo Raso: "Ok per la stagione unitaria, Agrigento fuori dalla crisi"

"Ho seguito con grande interesse l’assemblea quadriennale Elettiva della Cna e colto il senso del messaggio del rieletto residente, a cui rinnoviamo i nostri auguri Mimmo Randisi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nota stampa di Massimo Raso, esponente della Cgil.

"Ho seguito con grande interesse l’assemblea quadriennale Elettiva della Cna e colto il senso del messaggio del rieletto residente, a cui rinnoviamo i nostri auguri Mimmo Randisi, per questa ragione riteniamo utile ed urgente che si riavvii al più presto la stagione dell’unità di azione tra le forze sociali e dell’impresa per far uscire la provincia di Agrigento dalla crisi".

"Artigianato  e mondo delle piccole e medie imprese rappresentano la quasi totalità delle Imprese Agrigentine ed è un bene che ritrovino al loro interno e poi con Cgil Cisl Uil quella necessaria determinazione per riprendere il lavoro iniziato con gli incontri alla Camera di Commercio. Cna ha individuato , tra gli altri, nell’edilizia  uno dei settori chiave per far ripartire l’economia agrigentina. Occorre insieme definire una “mappa del lavoro possibile” in ogni Comune della Provincia e spingere affinché vengano superati tutti gli ostacoli burocratici e politica che ostacolano l’avvio dei lavori pubblici e privati".

"Occorre che i sindaci, insieme a Noi, socializzino le difficoltà e si sentano parte di uno stesso ragionamento volto a far ripartire lo sviluppo, uno sviluppo ecocompatibile e socialmente responsabile, che non segua l’esempio delle vicende realmontine di cui si parla in questi giorni".

"Con Cna e con tutte le altre organizzazioni datoriali artigiane dobbiamo riprendere anche il cammino degli “enti bilateriali” e dei fondi e di tutti quegli strumenti che ci vedono insieme gestire risorse e servizi per i nostri associati perché dobbiamo elevare il livello di consapevolezza e di maturità degli artigiani e dei loro collaboratori. Con Cna e con tutte le altre organizzazioni datoriali artigiane dobbiamo elevare qualità e tenore nella battaglia per l’affermazione delle regole e della legalità e per  l’accessibilità al credito".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento