"No a violenza e sopraffazione", firmata la "Carta dei diritti della bambina"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nell'ambito delle celebrazioni della Giornata della Donna l’Amministrazione Comunale di Porto Empedocle ha dato risalto ad un'iniziativa proposta dall'Associazione Fidapa sezione Porto Empedocle – Realmonte, con l’approvazione con delibera di giunta della Carta dei diritti della bambina, un importante documento ritenuto premessa fondamentale per l'affermazione e la tutela dei diritti delle donne fin dalla nascita.

L'Amministrazione Comunale promuove la parità sostanziale fra i sessi e sensibilizza la comunità empedoclina verso un’azione di contrasto alla drammatica emergenza nella società attuale della violenza di genere, per un’educazione delle giovani e dei giovani scevra da pregiudizi, spesso all’origine di episodi di violenza di vario genere.

Si è inoltre voluto inserire una giornata istituzionalmente dedicata alla sensibilizzazione sulla tematica, stabilendo che l’11 ottobre, Giornata Internazionale delle Bambine promossa dalle Nazioni Unite, si realizzino eventi socio-culturali volti alla promozione della parità tra i sessi ed al contrasto ad ogni forma di violenza, coinvolgendo le giovani generazioni.

Con l’assessore al ramo che se n’è occupata Stefania La Porta, si è voluto incontrare i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi Pirandello e Livatino, la preside Ernesta Musca ed il vice preside Antonino  Patti insieme alla presidente della Fidapa Daniela Messina Sezione Porto Empedocle- Realmonte al Comune, per consegnare loro la carta dei diritti della bambina e copia della deliberazione di Giunta approvata, con l'intento di programmare le iniziative in sinergia con la Fidapa e con l'Amministrazione Comunale.

Un importante passo per il Comune di Porto Empedocle per valorizzare la parità tra i sessi,sensibilizzando la comunità empedoclina alla tutela dei diritti della Bambina, contrastando ogni forma di violenza.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento