Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, l'Asp: "Sette pazienti in terapia intensiva, 4 intubati ... ospedali sotto stress ma reggono"

Il commissario straordinario Mario Zappia: "Funzionano anche per i malati non Covid. C'è una brutta curva che continua a salire in maniera esponenziale: è quella dei decessi"

 

"I ricoverati - ad Agrigento, in Rianimazione - su 14 posti letto Covid ne abbiamo occupati 5 e solo due pazienti sono intubati. La Rianimazione per gli altri pazienti ha 8 posti letto e sta lavorando con questi posti letto. Il nostro ospedale sta funzionando sotto stress e sforzo, ma sta funzionando anche per i malati non Covid. Su 6 posti letto Covid, a Sciacca, ne abbiamo occupati due da altrettanti pazienti intubati. Abbiamo altri 4 posti letto Covid e anche a Sciacca l'ospedale sta lavorando con altri 8 posti letto per i non Covid". Lo ha reso noto il commissario straordinario dell'Asp Mario Zappia. 

Coronavirus, c'è una nuova vittima: San Biagio Platani chiede la zona rossa

"Guardo una curva dei contagi che, ovviamente per effetto del numero dei tamponi eseguiti, è in crescendo - ha spiegato il commissario straordinario dell'Asp - .  Guardo anche il trend dei guariti che sta crescendo. Quindi i positivi aumentano e non passano dagli ospedali. Poi però c'è una brutta curva che continua a salire in maniera esponenziale: è quella dei decessi. Questa curva è tarata su 14-20 giorni precedenti, quindi questa curva comincerà a scendere quando avremo oltrepassato il plateau, il momento della massima diffusione del virus. Quindi dobbiamo aspettare un'altra settimana. La curva delle ospedalizzazioni, sia per quanto riguarda i ricoveri ordinari che quelli intensivi, sta decrescendo. Per evitare di illuderci con ottimismi fuori luogo, va valutato il numero totale di positivi, sono 1.100 al momento. Numero che ci fa rendere conto che la malattia circola fra noi. Questo grafico, la settimana prossima, lo troveremo ancora più pieno perché a seguito degli screening di massa andremo a trovare altri positivi". 

Coronavirus: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento