Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Carabinieri eroi salvano un bimbo durante gli arresti, il vice brigadiere Cantoro: "Provvidenziale il nostro intervento"

Ecco il racconto dei due angeli "custodi" che hanno evitato il soffocamento del piccolo di appena tre anni

 

Non hanno esitato un attimo. Appena hanno udito le urla disperate di una donna, sono corsi incontro a quel bambino già cianotico per un principio di soffocamento. Carabinieri eroi a Licata. Militari dell'Arma che, durante i 24 arresti per furto di acqua e di luce, hanno salvato un piccino di 3 anni. 

Furti di luce e acqua, i carabinieri salvano un bimbo di 3 anni mentre eseguono i 24 arresti

A prodigarsi, per fare in modo che il piccolo tornasse a respirare, sono stati il vice brigadiere Francesco Cantoro e l'appuntato scelto Giuseppe Lillo. Proprio quest'ultimo ha effettuato le manovre Heimlich, facendo espellere al piccolo la gomma da masticare che aveva, inavvertitamente, ingoiato. Così il piccino è tornato a respirare. "Fortunatamente eravamo ancora lì, se non ci fosse stato il nostro intervento, il bambino avrebbe potuto riportare gravi conseguenze" - è il commento di un emozionato vice brigadiere Cantoro per lo scampato pericolo - .

Collegamenti abusivi e un sofisticato sistema di pompe idrauliche: ecco come i "furbetti" rubavano l'acqua

Una presenza provvidenziale, di fatto, quella dei due carabinieri. Due uomini dello Stato che erano impegnati in una operazione di polizia giudiziaria, ma che non hanno esitato un solo secondo a mobilitarsi per aiutare quel piccino e la zia che lo teneva in braccio. 

Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento