Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

Una cinquantina di carabinieri hanno accerchiato gli stabili e hanno avviato i controlli mirati: gli allacci abusivi alle reti sono saltati fuori immediatamente

I controlli dei carabinieri

Ventiquattro persone, residenti in due diverse palazzine, sono state arrestate - in un colpo solo - dai carabinieri della compagnia di Licata. Sono state ritenute tutte responsabili dell'ipotesi di reato di furto aggravato. 

Che a Licata ci siano delle realtà, zone e quartieri, dove gli allacci abusivi alla rete idrica o elettrica sono assai diffusi è risaputo. Già in altre occasioni, i carabinieri hanno effettuato arresti su arresti. Ma mai si era arrivati ad un totale di 24 persone. 

IL VIDEO "Bollette non pagate da 7 anni con un danno di un milione di euro"

I militari dell'Arma avevano dei sospetti circostanziati. E' stato pianificato dunque un vero e proprio blitz: una cinquantina i carabinieri che hanno accerchiato le palazzine e hanno avviato i controlli mirati. Ed effettivamente - stando all'accusa - gli allacci abusivi alle reti idriche ed elettriche sono saltati fuori immediatamente. Ventiquattro appunto le persone arrestate in flagranza di reato. 

"Si calcola che in alcuni casi le bollette non venivano pagate da 7 anni - hanno, ufficialmente, ricostruito dal comando provinciale di Agrigento. Il danno, per le società, si aggira intorno ad un milione di euro".

I controlli dei militari dell'Arma hanno già portato - a riprova di quanto il fenomeno dei furti d'acqua e di luce sia diffuso, e non soltanto a Licata, - a circa 70 denunce e arresti in tutto l'Agrigentino. Ma non è finita. Le verifiche andranno avanti, in maniera mirata o a campione, anche nelle prossime settimane. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento