Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

Una cinquantina di carabinieri hanno accerchiato gli stabili e hanno avviato i controlli mirati: gli allacci abusivi alle reti sono saltati fuori immediatamente

I controlli dei carabinieri

Ventiquattro persone, residenti in due diverse palazzine, sono state arrestate - in un colpo solo - dai carabinieri della compagnia di Licata. Sono state ritenute tutte responsabili dell'ipotesi di reato di furto aggravato. 

Che a Licata ci siano delle realtà, zone e quartieri, dove gli allacci abusivi alla rete idrica o elettrica sono assai diffusi è risaputo. Già in altre occasioni, i carabinieri hanno effettuato arresti su arresti. Ma mai si era arrivati ad un totale di 24 persone. 

IL VIDEO "Bollette non pagate da 7 anni con un danno di un milione di euro"

I militari dell'Arma avevano dei sospetti circostanziati. E' stato pianificato dunque un vero e proprio blitz: una cinquantina i carabinieri che hanno accerchiato le palazzine e hanno avviato i controlli mirati. Ed effettivamente - stando all'accusa - gli allacci abusivi alle reti idriche ed elettriche sono saltati fuori immediatamente. Ventiquattro appunto le persone arrestate in flagranza di reato. 

"Si calcola che in alcuni casi le bollette non venivano pagate da 7 anni - hanno, ufficialmente, ricostruito dal comando provinciale di Agrigento. Il danno, per le società, si aggira intorno ad un milione di euro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I controlli dei militari dell'Arma hanno già portato - a riprova di quanto il fenomeno dei furti d'acqua e di luce sia diffuso, e non soltanto a Licata, - a circa 70 denunce e arresti in tutto l'Agrigentino. Ma non è finita. Le verifiche andranno avanti, in maniera mirata o a campione, anche nelle prossime settimane. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento