Il "Toscanini" al tempio di Giunone, la "Festa della musica" fa tappa in città

  • Dove
    Valle dei Templi
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 21/06/2019 al 21/06/2019
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Si terrà il 21 giugno l'evento del "Toscanini" che alle 21 nella splendida cornice del Tempio di Giunone nella Valle dei Templi di Agrigento in occasione della Festa della Musica celebrata  in Italia e in tutta Europa, è stato presentato oggi 13 giugno a Roma in Conferenza stampa dal Ministro Alberto Bonisoli in quanto evento speciale MIUR 2019  selezionato tra 630 città, 10mila eventi, 45mila artisti partecipanti e nella Regione Sicilia che ha registrato  il più alto numero di eventi in programma.

L’evento è il frutto del progetto internazionale di didattica, produzione e ricerca "Nuove musiche"  promosso dall'istituto superiore di studi Musicali A. Toscanini di Ribera, con il patrocinio di Erasmus, Miur, Mibac, Commissione Europea, Siae, Associazione italiana per la festa della musica, Comune di Agrigento ed in collaborazione con Parco Archeologico Valle dei Templi, Coop. Cuture, conservatorio di Stato “Glazunov” di Petrozavodsk ( Federazione Russa), la Musìkschule di Regensburg ( Germania). 

Protagonista sarà il Toscanini-Glazunov Brass and Percussion ensemble diretto dal maestro Roberto Basile e costituito da studenti e docenti italiani, russi e tedeschi delle  istituzioni partner che hanno partecipato alle reciproche  mobilità internazionali. Si ritroveranno tutti insieme ad Agrigento e saranno eseguite in prima esecuzione italiana musiche appositamente commissionate per l’occasione e che , nell’anteprima già realizzata in Russia , hanno meritato la standing ovation del pubblico della sala grande del conservatorio di Petrozavodsk. Varietà e commistione di linguaggi musicali, dalla tradizione classica al contemporaneo, dal jazz alla musica etnica, caratterizzano i brani in programma:" Fanfare for the Common Man” di Aaron Copland, " Zapping” di Raffaele Marsicano, “ How does the brass shine?” di Gianfranco Gioia, “Luce nella notte” di Simone Piraino, “Parigi a piedi nudi” di Alberto Maniaci, “Il Balcone del Marchese” di Giacomo Tantillo, “Rowena” di Sergio Calì. 

Concluderà il concerto, in omaggio a George Gershwin, la famosa "Rhapsody in Blue" interpretata dal pianista Salvatore Gaglio nella versione inusuale per ensemble orchestrale di Ottoni e Percussioni arrangiata dal compositore  Jean- Francois Taillard.

Il direttore Mariangela Longo afferma: "Siamo davvero lieti di questo importante riconoscimento da parte del Mibac e degli organizzatori della festa della musica, una gratificazione importante per un progetto internazionale ambizioso che, grazie alla fiducia accordata dall’agenzia Iindire- erasmus,  ha  reso possibile una collaborazione tra istituzioni così distanti ma ormai vicine grazie alla musica e che ha visto come protagonisti principali i  docenti e gli studenti che hanno fatto esperienze straordinarie partecipando a reciproche Mssterclass, Concerti, Festival, giurie  internazionali  e progetti di ricerca anche in qualità di compositori. Sono certa che i progetti internazionali sono la strada giusta per la Sicilia e per rilanciare il suo grande patrimonio artistico e culturale".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Palma di Montechiaro, i presepi di tutto il mondo a palazzo Ducale

    • Gratis
    • dal 7 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Palazzo Ducale
  • Rassegna teatrale "Città delle Arance", volti noti e tante novità: ecco il programma

    • dal 12 al 10 dicembre 2019
    • Cine Teatro Lupo
  • "La sagra delle arance di Ribera Dop", show cooking e degustazioni: ecco il programma

    • dal 20 al 22 dicembre 2019
    • piazza Duomo
  • Hanno portato in alto il nome di Agrigento, tutto pronto per il premio "Karkinos"

    • 14 dicembre 2019
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento