Inchiesta “Waterloo”, l'aggiunto Vella: "Chiediamo la collaborazione dei Comuni per tutelare i cittadini"

Il magistrato dai microfoni di AgrigentoNotizie ha parlato di circa dieci milioni di euro che la Girgenti Acuque avrebbe incassato indebitamente dai contribuenti

“Girgenti Acque è la prima azienda in provincia sia per fatturato, circa cinquanta milioni di euro all'anno e anche per il numero di dipendenti, era come una portaerei”. Queste dai microfoni di AgrigentoNotizie sono state le parole del procuratore aggiunto Salvatore Vella a margine della conferenza sulla maxi inchiesta “Waterloo” che ha portato ai fermi dei vertici dell'ex gestore del servizio idrico integrato nell'agrigentino.

L'inchiesta su Girgenti Acque, Patronaggio: "Fermati anche perché avevano possibilità di trasferire ingenti capitali all'estero"

“I primi danneggiati – ha detto ancora l'aggiunto Vella -  sono i cittadini e nelle indagini, spero di avere a nostro fianco i comuni per tutelare i loro abitanti che venivano truffati con la richiesta di pagamento di bollette con importi superiori al dovuto che i tecnici hanno quantificato in circa dieci milioni di euro. I cittadini – ha concluso il magistrato - pagavano anche servizi di depurazione che non venivano svolti e facevano il bagno nei mari inquinati dalla stessa Girgenti Acque”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Inchiesta “Waterloo”, l'aggiunto Vella: "Chiediamo la collaborazione dei Comuni per tutelare i cittadini"

AgrigentoNotizie è in caricamento