Addio macchie da frutti rossi

I frutti tipici della primavera, tanto buoni e golosi sono anche un castigo per bianchi e colorati. Ecco qualche trucco per smacchiare i nostri abiti e le nostre tovaglie

Possiamo affermare d’essere finalmente entrati nella stagione del cuore, con le belle giornate e un bel sole alto nel cielo. Ma questa è anche la stagione della frutta golosa che piace a tutti, grandi e piccoli: ciliegie, fragole e frutti rossi in generale, che sono i frutti dolci e profumati di questo mese.

Unico problema dei frutti rossi?? Le macchie su tovaglie, tovaglioli, grembiuli e peggio ancora sui vestiti, difficili da rimuove. Le fragole e le ciliegie, che tra la fine della primavera e l’inizio delle state compaiono in abbondanza sulle nostre tavole, sono tra gli alimenti che lasciano le macchie più ostinate su vestiti. Specialmente su quelli dei bambini, ma non solo.

Dunque, come eliminare lo sporco senza danneggiare i tessuti? Quali rimedi posso usare contro le macchie di frutta?

Ecco qualche consiglio per vincere la battaglia contro le macchie di frutti rossi.

Prima però, tre principi cardine della rimozione di macchie ostinate. Innanzitutto, essere veloci è molto importante: prima si agisce meglio è. In secondo luogo, occorre intervenire sempre con l’acqua fredda, non calda: il calore potrebbe fissare la macchia alle fibre. Infine, ogni fibra tessile ha le sue esigenze, quindi considerate le indicazioni che vi stiamo dando come generiche e applicabili sul cotone delle t-shirt, o delle tovaglie, per intenderci. Se si macchia il lino, la seta, o altro materiale più delicato il trattamento andrà eseguito da professionisti se si vuole salvare il capo.

Ciliegie:

  • tamponare la macchia con dell’aceto e successivamente procedere al lavaggio;
  • pare che le macchie di frutta si rimuovano anche con una miscela di acqua ed alcool;
  • se accade fuori casa, si può utilizzare dell’acqua gassata direttamente sulla macchia e un normale smacchiatore spray;
  • puoi anche intervenire impregnando la macchia di latte, per poi procedere ad un normale lavaggio dopo aver lasciato agire per qualche ora;
  • oppure acqua ossigenata diluita in acqua di rubinetto, a cui aggiungere una goccia di ammoniaca sempre che il capo sia bianco;
  • per i bavaglini e aloni su capi bianchi non trattati con candeggianti, si può stendere il bucato con le macchie rivolte verso il sole che tende a sbiancare.

Fragole:

  • creare una soluzione con un cucchiaio di aceto e il succo di mezzo limone da applicare sulla maglia di cotone;
  • oppure inumidire il capo, distribuire sopra del bicarbonato di sodio e pressare con il polpastrello per poi aggiungere dell’acqua effervescente. Far agire per qualche ora, lontano dal sole e lavare come di consuetudine.
  • per le macchie più ostinate è consigliabile una soluzione di acqua ossigenata e acqua di rubinetto;
  • in alternativa qualcuno consiglia l’aggiunta di un cucchiaio di glicerina all’acqua e detersivo di ammollo;
  • il sapone più efficace contro le macchie è sicuramente quello di sapone di marsiglia.

Ecco cosa è importante sapere :

  • prima si interviene sulla macchia e più semplice sarà rimuoverla;
  • tessuti diversi potrebbero necessitare di procedure e materiali diversi;
  • su capi di valore è preferibile rivolgersi alla lavanderia di fiducia;
  • in commercio sono disponibili pre-trattanti efficaci, ma di origine chimica.

Se la macchia dovesse già essere secca, o dimostrarsi particolarmente ostinata usate il bicarbonato. Inumidite in tessuto e applicate direttamente sulla macchia la polvere di bicarbonato. L’effetto effervescente aiuterà a disincrostare la macchia dai tessuti. Procedete poi con il lavaggio in lavatrice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La cucina con isola: vantaggi e svantaggi

  • Manutenzione del giardino di casa in inverno: ecco cosa fare

  • Consigli e rimedi per un ambiente sano: l'inquinamento domestico

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento