Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La "Sea Watch 3" attracca al porto di Lampedusa, il capitano Rackete si appella allo stato di necessità

L'ingresso in porto non è stato autorizzato, una motovedetta della Guardia di Finanza ha provato a bloccare la nave

 


Dopo 17 giorni in mare, il comandante della Sea Watch 3, Carola Rackete, ha deciso di entrare nel porto di Lampedusa, il primo ufficiale dell’imbarcazione battente bandiera olandese si è appellata allo stato di necessità. L’ingresso nel porto non è stato autorizzato, una motovedetta della Guardia di Finanza ha provato invano a fermare la nave, rischiando anche una collisione con l’imbarcazione della Ong tedesca.

IL VIDEO Arrestata Carola Rackete

A bordo della Sea Watch, oltre ai 40 migranti e ai membri dell’equipaggio, ci sono anche alcuni parlamentari del PD e di altre forze politiche di sinistra. L’arrivo in porto della nave ha provocato reazioni diverse, da un lato ci sono stati gli applausi di numerose persone che chiedevano lo sbarco dei migranti a protestare sonoramente invece l’ex senatrice della Lega Nord, Angela Maraventano.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento