Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

4 Novembre a San Biagio Platani, lo Stato è presente nel Comune sciolto per mafia

La tradizionale cerimonia di commemorazione ha registrato la partecipazione degli studenti e dell'intera comunità

 

Nel giorno in cui  si celebrano le forze armate e si ricorda anche la vittoria dell’Italia nella prima guerra mondiale, si rievocano i sentimenti di unità nazionale. Emblematica la scelta della Prefettura di Agrigento di svolgere la tradizionale cerimonia commemorativa a San Biagio Platani, Comune che dall’agosto del 2018 è guidato da una commissione prefettizia a seguito dell’arresto dell’allora sindaco, Santino Sabella, coinvolto nell’ambito dell’operazione antimafia "Montagna" e del conseguente scioglimento dell’ente per infiltrazioni mafiose.

Significativa dunque è stata la presenza dello Stato nel piccolo Comune arroccato sui monti Sicani con i vertici delle forze dell’ordine che, insieme alla società civile, hanno marciato lungo la via principale del paese per fermarsi proprio dinanzi al Municipio. 

Festa delle forze armate, la provincia ha due nuovi "cavalieri"

Durante la cerimonia commemorativa del 4 novembre, unitamente agli uomini e donne dello Stato protagonisti dei tradizionali riti di origine militare, si è aggiunta anche la positiva partecipazione delle scuole e della collettività sanbiagese. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento