Campagna elettorale al vetriolo, in campo i sacerdoti: "Ricercate il bene comune"

I preti intervengono nell'infuocato dibattito scandito da denunce e veleni: "Si pensi ai vizi dei giovani"

"Ricercare il bene comune e la trasparenza". I sacerdoti di Ravanusa intervengono nel clima rovente della campagna elettorale con un lungo documento nel quale invitano tutte le parti in causa a "cercare onestà e trasparenza in ogni azione politico-amministrativa".

Video diffamatorio? Il sindaco presenta querela

I sacerdoti aggiungono: "Uno sguardo attento occorre avere per la diffusione notevole presso gli adolescenti, e non solo, di droghe, alcoolici e vizi da gioco, favorendo nel fine settimana e nelle feste orari decenti e controlli essenziali".

Campagna elettorale al vetriolo, partono le denunce

"Occorre - aggiungono -mettere la moralità di comportamento e di vita al centro del proprio impegno politico e sociale. Favorire una collaborazione fattiva fra amministrazione, Chiesa, scuola, famiglia, volontariato".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • In pullman con mezzo chilo di droga nascosta nel marsupio, arrestato un giovane

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento