Mafia, Cusumano e Semprevivo respingono le accuse davanti al Gip

L'elettrauto Massaro invece si è avvalso della facoltà di non rispondere: sono tutti e tre coinvolti nell'operazione "Halycon"

Il tribunale di Agrigento

Operazione Halycon, imputati respingono le accuse o fanno scena muta.

E' questo l'esito degli interrogatori dei licatesi Antonino Cusumano, 43 anni e Antonino Massaro, 61 anni, e Raimondo Semprevivo, 41 anni, tutti licatesi e tutti coinvolti nell'operazione "Halycon". Lo racconta l'edizione odierna del quotidiano La Sicilia.

Se Cusumano, titolare del noto ristorante "Il Sombrero" e Semprevivo, hanno respinto le accuse rivoltegli, Massaro si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento