Botta e risposta tra Gere e Salvini, il ministro: "Porta i migranti con te ad Hollywood"

L'attore, nel corso  della conferenza stampa, ha annunciato che porterà il caso all'attenzione dei pm. Non si è fatta attendere la replica del ministro

Botta e risposta tra Richard Gere e Matteo Salvini. L'attore, nel corso  della conferenza stampa, ha annunciato che porterà il caso all'attenzione dei pm: "La maggior parte dei migranti sono cristiani". Non solo, Gere, ha anche parlato della situazione politica in Italia.

Caso Open Arms, il divo-attivista Richard Gere: "Esposto alle Procure di Roma e Agrigento"

 "Non sono interessato alla politica, il mio unico interesse è aiutare le persone. Non sono italiano e sono restio a parlare della situazione politica italiana odierna. Anch'io vengo da un paese dove la situazione politica è bizzarra". Non si è fatta attendere la replica di Matteo Salvini. 

"Richard Gere è incredulo per l'approvazione del Decreto Sicurezza Bis: sicuramente è colpito favorevolmente dalle scelte a favore delle forze dell'Ordine e contro scafisti e criminali. L'Italia e attendeva da anni. In compenso, visto che il generoso milionario annuncia la sua preoccupazione per la sorte degli immigrati della Open Arms, lo ringraziamo: potrà portare a Hollywood, col suo aereo privato, tutte le persone a bordo e mantenerle nelle sue ville. Grazie Richard". Queste le parole del ministro, Matteo Salvini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento