Il questore di Agrigento: "Per sconfiggere la mafia necessario l'aiuto dei cittadini"

Giuseppe Bisogno: "La criminalità organizzata è sempre più mimetizzata; capisce quale versante della provincia è più 'favorevole' per le attività illecite. Sono preoccupato per l'attività usuraia"

Il questore di Agrigento, Giuseppe Bisogno

"Nel nostro territorio la mafia c'è, è presente, e noi dobbiamo combatterla. Ma ho una speranza che mi accompagna: la collaborazione della gente: abbiamo bisogno dell'aiuto e delle denunce dei cittadini". Così il questore di Agrigento, Giuseppe Bisogno, chiede l'aiuto e la collaborazione dei cittadini. E lo fa nel corso di una conferenza stampa convocata negli uffici della Questura per fare il punto sull'attività della polizia negli ultimi tre mesi.

"La criminalità organizzata – ha continuato il questore – è sempre più mimetizzata; capisce quale versante della provincia è più 'favorevole' per le attività illecite. Sono preoccupato per l'attività usuraia, ma i cittadini devono avere fiducia in noi, devono aiutarci a diminuire il numero di persone che non voglio denunciare".

Il capo della polizia della provincia di Agrigento si è anche voluto soffermare sugli incidenti stradali e sulle vittime che si contano sulle strade agrigentine: "A noi spetta il compito di prevenire gli incidenti per salvaguardare la pubblica incolumità. Per questo motivo intensificheremo i controlli durante le festività pasquali. Non solo sul fronte della sicurezza stradale, ma anche sulle attività di antirapina, controlli amministrativi nel locali pubblici, i cosiddetti 'Compro oro' e nei centri scommesse".

Prima di un simbolico scambio di auguri con i giornalisti, il questore Giuseppe Bisogno ha poi voluto ricordare alcuni avvenimenti che hanno segnato negativamente la vita della provincia di Agrigento negli ultimi mesi: "Il ricordo va innanzitutto al poliziotto Alfonso Capraro, che ci ha lasciati prematuramente a causa di un incidente stradale. Impossibile dimenticare anche il crollo del ponte Verdura e la tragica morte dell'operaio nella cava di Villafranca Sicula. Il nostro impegno continuerà come prima e più forte di prima". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • La tempesta tiene in ostaggio la provincia, è allerta "arancione": ecco dove resteranno chiuse le scuole

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento