Dolce & Gabbana trasformano Palma di Montechiaro in un palcoscenico a cielo aperto

Gli stilisti hanno scelto la città per un progetto di rilevanza internazionale: verranno esposte creazioni uniche. Già attesi oltre 300 ospiti provenienti da tutto il mondo e 50 giornalisti di testate internazionali

Giulia Maenza indossa l'abito Noi fummo i Gattopardi durante la sfilata a a Palermo

Non soltanto Valle dei Templi. Dolce & Gabbana ha scelto anche Palma di Montechiaro. Dopo il museo di Villa Pignatelli di Napoli, palazzo Gangi di Palermo e il duomo e l'antico chiostro di Monreale, gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno individuato in Palma di Montechiaro lo scenario artistico, paesaggistico, architettonico e culturale ideale per ospitare un progetto di rilevanza internazionale. A Palma verranno esposte le creazioni D&G esclusive che trasmettono un'idea di bellezza senza tempo, con pezzi unici che rappresentano la creatività degli stilisti e l’abilità di creare pezzi che si legano e si ispirano a luoghi d’arte e di cultura. La ricaduta, in termini d'immagine e di rilancio dell'economia attraverso la promozione delle bellezze locali, sarà enorme per la città de "Il Gattopardo". 

Dolce & Gabbana, tour internazionale d'alta moda nella Valle dei Templi 

Le creazioni ideate, create e realizzate in pezzi unici valorizzeranno e rievocheranno, quindi, la storia e lo stile di Palma di Montechiaro, della famiglia Tomasi di Lampedusa e de “Il Gattopardo”. Perché Palma di Montechiaro è conosciuta in tutto il mondo come la città de "Il Gattopardo" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, da cui nel 1963 è stato tratto il film diretto da Luchino Visconti. 

Sfilata internazionale di Dolce & Gabbana, macchina organizzativa in moto 

Il Comune, con in testa il sindaco Stefano Castellino, ha, naturalmente, aderito all'evento proposto dalla "Feelrouge Worldwide Shows S.r.l." incaricata dalla società Dolce & Gabbana ed ha già concesso il patrocinio gratuito. La collezione degli stilisti sarà, dunque, protagonista insieme allo splendore di Palma di Montechiaro e delle sue più preziose eredità: la chiesa del monastero del Santissimo Rosario, la chiesa Madre di Maria Santissima del Rosario e la sua scalinata, il palazzo Ducale, il giardino della Villa Comunale che tornerà ad essere piazza Giulio Tomasi. 

A Sciacca spunta Domenico Dolce: fa tappa in una bottega di ceramiche 

Durante la serata, gli stilisti organizzeranno una coinvolgente festa: cortili, chiostri e vie cittadine verranno scenografati, ci saranno stendardi ai balconi, fiori e la banda di paese in giro per le strade. Palma di Montechiaro - con la sua vitalità culturale, la sua energia e la sua storia - accoglierà gli ospiti che saranno guidati attraverso un percorso storico che attraverserà il cuore della città.  A Palma dovrebbero arrivare, ma il numero è già dato in aumento, oltre 300 ospiti provenienti da tutto il mondo e 50 giornalisti appartenenti alle testate internazionali più rilevanti, tra le quali il Time, The Wall Street Journal, The Financial Times. L'evento internazionale si terrà il 4 luglio al palazzo Ducale e coinvolgerà, appunto, anche la chiesa Madre e il monastero del Santissimo Rosario. Ci sono già i nulla-osta rilasciati dalla Curia arcivescovile di Agrigento per l'utilizzo della chiesa del Monastero del Santissimo Rosario dal 29 giugno al 5 luglio e per la chiesa Madre dal primo al 5 luglio. 

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento