E' "scontro" sulla collana D&G donata alla Madonna, l'arciprete: "Solo falsità"

La polemica è scoppiata dopo il comunicato stampa di un consigliere comunale. Don Gaetano Montana: "La collana non sarà portata in nessun posto ecclesiastico, non sarà custodita ad Agrigento, non potrà esserlo in monastero"

Gli stilisti Dolce & Gabbana hanno donato una collana alla Madonna del Castello di Palma di Montechiaro. Un ex voto privato, o almeno tale sarebbe dovuto rimanere. Il consigliere comunale Salvatore Malluzzo parlando di "requisizione, da parte della Curia arcivescovile di Agrigento", ha sostenuto che il gesto "rappresenta una vera azione di forza, per non dire di offesa, nei confronti della nostra comunità. Il cardinale monsignore Francesco Montenegro, rappresentante della Diocesi di Agrigento, con tale azione ha lasciato intendere - scrive Malluzzo - la poca affidabilità del paese che mio onoro di servire e di esserne cittadino. Per noi, la Madonna del Castello rappresenta 'uno scrigno' intoccabile, una parte della nostra storia, ci fa sentire ancor di più palmesi. Per noi tutto ciò che appartiene a lei, non va toccato, non va messo in discussione". Malluzzo ha, dunque, attraverso una nota stampa, lanciato un appello al cardinale: "Ridia il possesso della collana alla nostra comunità, a Palma di Montechiaro. Anzi, si faccia promotore egli stesso di tale azione".

La collana di Dolce e Gabbana diventa un caso, Castellino: "Sono rammaricato"

L'arciprete di Palma di Montechiaro, don Gaetano Montana, ieri, al termine della celebrazione Eucaristica di ringraziamento alla Madonna del Castello, nella piazza antistante al monastero delle Suore di clausura di Palma di Montechiaro, ha provato, usando parole forti, a fare chiarezza: "Ci sono stati commenti inappropriati, fuori luogo, fuori tempo, soprattutto fuori testa. Denigrare il vescovo che continuamente è presente a Palma e l'ha sostenuta in tutto mi pare che sia non avere il senso di gratitudine. Buttare fango sul paese non giova a nessuno. Hanno raccontato che 'sono venuti alle 2 di notte a prendere la collana'. Alle 2 di notte non è venuto nessuno, c'erano i poliziotti che facevano il loro servizio di ordine e sicurezza pubblica. E' venuta, l'indomani mattina, una persona della Curia. Il dono della collana è un fatto privato, due persone, qualunque siano i loro nomi, sono venuti a portare un ex voto alla Madonna - ha spiegato don Gaetano Montana - . Per liberare chi è nell'ignoranza, vi ricordo che la gestione del monastero è esclusiva opera del vescovo per nomina pontificia. Il vescovo è l'unico legale rappresentante del monastero ed è il priore del monastero. Della gestione è il vescovo che deve rendere conto, direttamente al Vaticano. La custodia di tutti i beni del monastero è compito esclusivo del vescovo che decide come e dove custodire i beni del monastero". 

Scontro sulla collana di Dolce e Gabbana, l'intervento dei consiglieri comunali di Palma

"Le parole usate: 'requisire' sono sbagliate. Requisire significa appropriarsi di qualcosa - ha spiegato l'arciprete che ha mostrato l'atto di donazione indirizzato alla Diocesi - . La custodia è dell'Arcidiocesi, non del monastero che ne ha la proprietà. Quanto è stato preso, per essere custodito, è stato preso rispettando l'atto di donazione. Nonostante l'atto di donazione, da questa sera (ieri ndr.), la collana non sarà portata in nessun posto ecclesiastico, non sarà custodita ad Agrigento, non potrà essere custodita al monastero. Nessun ente ecclesiastico, nemmeno le nostre parrocchie se ne fanno carico - ha sottolineato don Gaetano Montana - . Da questa sera (ieri ndr.), trovate chi la custodisce. Perché non è possibile un attacco così vergognoso".

Accanto a don Gaetano, anche il sindaco di Palma di Montechiaro Stefano Castellino. "Troveremo una soluzione per la custodia dell'ex voto - ha detto il primo cittadino - . Ti prego, don Gaetano, di porgere le scuse della città a sua eminenza il cardinale Montenegro".    

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento