"Democrazia partecipata", 77 mila euro per 6 progetti: ecco quali

Il sindaco: "Un altro passo importante per il decoro della città con interventi proposti dai cittadini che ringraziamo"

Ritornerà l’antica fontana in piazza Provenzani; verranno realizzati lavori di manutenzione sulla bretella Ciotta-Facciomare; saranno acquistati i cestini per la raccolta differenziata e piazza Aquilino avrà la “sua” riqualificazione. Sono ben sei – su complessivamente 15 proposte arrivate in Municipio – i progetti di “Democrazia partecipata” che sono stati approvati. Complessivamente a Palma di Montechiaro verranno spesi ben 77.284 euro.

“Un altro passo importante per il decoro della nostra città con interventi proposti dai cittadini che ringraziamo perché hanno accolto con partecipazione ed entusiasmo l'iniziativa” – ha dichiarato il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, - .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sei proposte che sono state finanziate sono: la “Via Crucis”, progetto presentato dall’Archeoclub Palma, con uno stanziamento di 17.331,39 euro; il “ritorno” della fontana in piazza Provenzani che è stato proposto dall’associazione “Gs Valle dei Templi” e lo stanziamento, in questo caso, è stato di 12 mila euro. Finanziato anche il ripristino e la manutenzione della bretella Ciotta-Facciomare che è stato proposto da Giovanna Provenzani e in questo caso i soldi messi a disposizione sono 18.213,7 euro; l’acquisto dei cestini per la raccolta differenziata, proposto da Ugo Farulla, per una spesa di 2.800 euro; la riqualificazione di piazza Aquilino, proposto da Giovanni Mazza, con una spesa di 16.324,73 euro. Approvato, infine, anche il progetto di riqualificazione del campetto Danilo Dolce, proposto da Pietro Salerno, per una spesa di 10.616,50 euro. “La delibera di Giunta adesso consentirà all’area 3, coordinata dall’architetto Salvatore Di Vincenzo, - ha spiegato il sindaco Stefano Castellino - di porre in essere tutti gli atti conseguenti per realizzare i sei progetti”. La collaborazione dei cittadini a “Democrazia partecipata” ha, di fatto, permesso di fare in modo che i palmesi vedano realizzati quelli che sono stati indicati come priorità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento