Brucia l'auto di un bracciante agricolo: è di nuovo mistero sulle cause

Spetterà all'attività investigativa dei poliziotti fare chiarezza su cosa ha innescato la scintilla iniziale nell'auto del quarantenne

(foto ARCHIVIO)

Le cause non sono risultate essere chiare. Non immediatamente almeno. Quella fra lunedì e ieri è stata però una nuova notte di fuoco a Canicattì. In via Carlo Albero le fiamme si sono sviluppate in una Opel Karl di proprietà di un bracciante agricolo, quarantenne, di Canicattì. 

Ancora incendi, auto devastata dalle fiamme: indagano i carabinieri

Erano le 2,50 circa quando l'Sos risuonava alla centrale operativa del comando provinciale dei vigili del fuoco di Agrigento. In via Carlo Alberto, una volta smistata la segnalazione, accorrevano i pompieri del distaccamento cittadino. Come sempre, idranti alla mano, i vigilii del fuoco cercavano di salvare il salvabile. Sul posto, anche i poliziotti del commissariato cittadino. Soltanto quando i pompieri sono riusciti ad avere la meglio sulle fiamme, i poliziotti hanno potuto avviare il sopralluogo di rito. Non sarebbero state trovate tracce di liquido infiammabile, né taniche o bottiglie sospette. Elementi indispensabili per parlare, fin da subito, di un incendio dalla matrice dolosa. Ieri, pertanto, le cause che hanno danneggiato l'Opel Karl risultavano essere ancora in corso d'accertamento. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Brucia l'auto di un professionista 50enne, la telecamera ha ripreso tutto?

Spetterà all'attività investigativa dei poliziotti del commissariato di Canicattì fare chiarezza. E' un dato di fatto però che, negli ultimi mesi, sistematicamente, continuano - a Canicattì - a ripetersi misteriosi incendi di autovetture o mezzi pesanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento