La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

E' la soluzione perfetta per un angolo di verde in casa. Ecco quali piante utilizzare e come organizzarlo

Creare un giardino verticale è un modo innovativo di portare il verde nelle nostre abitazioni che ha rivoluzionato la concezione classica della coltivazione.
Il verde in sè e quindi anche i giardini verticali colmano quel desiderio di bellezza ricercato dall'uomo per appagare i propri sensi, non solo quello visivo ma anche tattile, uditivo, olfattivo e del gusto.

Infatti un giardino, seppure anche solo una parete verticale, quando è rigogliosafiorita e colorata in ogni stagione soddisfa la nostra vista e ci dona benessere e felicità, invitandoci ad avvicinarci e a toccarla per invaderci con il suo profumo, e perché no, a gustare le essenze eduli apprezzando i frutti di stagione.

L'ampia varietà di piante adatte all'allestimento di un giardino verticale potrà stimolare la nostra creatività trasformando delle semplici pareti in vere e proprie opere d'arte, i cui colori di foglie e fiori saranno la nostra tavolozza.

La parete verde

Ma cosa è una parete verde o parete verticale? Per tantissimo tempo l'idea di avere un giardino è stata legata alla necessità di avere un fazzoletto di terra da coltivare con metodi tradizionali. La diffusione attuale di realizzare pareti verdi dentro o fuori casa, soprattutto in città, è forse dovuta alla necessità dell'uomo a stare in contatto con la natura per godere delle sue capacità di apportare benessere psicofisico e serenità.

Il giardino verticale, a differenza di quelli tradizionali, si sviluppa in altezza sfruttando le superfici a disposizione su di un muro o edificio, su cui vengono fissati moduli o griglie modulari al cui interno crescono le piante.
Realizzare una parete verticale risponde all'esigenza della maggior parte delle persone che trascorrono quasi la totalità della giornata nei luoghi di lavoro.
Le soluzioni studiate per gli interni ne fanno un prodotto ormai diffuso in uffici, aziende ma anche in appartamenti dove si ha poco spazio per il posizionamento delle piante.

Come realizzare un giardino verticale

Un giardino verticale è una parete che prende vita e come tale deve essere collocato secondo alcune logiche che ne permettano una crescita regolare e una facile manutenzione.

Occorre scegliere con attenzione la posizione del muro su cui installare il giardino verticale, considerando il peso che dovrà sostenere, la vicinanza a mobili che potrebbero deteriorarsi con l'umidità e a finestre in modo da garantire una giusta illuminazione naturale.

Scegliere la struttura che risponde alle proprie esigenze. Infatti in commercio vi sono vari tipi di strutture come le fioriere verticali, con supporti per le piante in diverso materiale: plastica, metallo, sacche di lana, dove inserire il terriccio, facilmente acquistabili anche in negozi di bricolage.

In alternativa, queste fioriere possono essere anche appese al soffitto in modo da creare una parete verde fittizia con piante cascanti che profumano l'ambiente o con erbe aromatiche utili in cucina.


Le piante adatte al giardino verticale

Nella scelta delle piante utilizzabili per un giardino verticale bisogna fare attenzione ad alcuni aspetti: il posizionamento della parete verde, se all'interno o all'esterno della casa; l'illuminazione naturale a disposizione; le dimensioni della pianta, consigliabili inferiori a 15 cm una volta cresciuta; l'abbinamento delle varie specie arboree.

Particolarmente adatte al giardino verticale sono le piante grasse poiché richiedono poca acqua e bassa manutenzione. L'anturio, caratterizzato da fiori a spata rossa o rosa, di grande effetto estetico e con buone capacità di purificare l'aria degli ambienti; la sanseviera, adatta per le camere da letto, dove anche di notte continuerà ad ossigenare la stanza.

Tra le erbe aromatiche si consiglia l'erba cipollina, rustica e poco esigente; l'origano, utilissimo in cucina e con una bella fioritura bianco-rosa in estate; il peperoncino, pianta annuale perenne e coloratissima, o ancora il rosmarino, la salvia, il timo.
 

Benessere derivato da una parete verde


Il colore predominante in natura è il verde. Esso ha la capacità di trasmettere un senso di tranquillità e benessere; è stato scientificamente provato che la presenza di piante nei luoghi di lavoro contribuisce a ridurre lo stress delle persone, risultando più produttive ed efficienti.

Le piante, inoltre, sono particolarmente efficaci nell'assorbire sostanze inquinanti presenti nell'aria come il monossido di carbonio, la formaldeide, e i derivati del benzene.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un giardino domestico di vasetti: le piante aromatiche

  • Lavatrice pulita per un bucato profumato

  • Con il piano cottura a induzione si risparmia davvero?

  • Il benessere nel bagno di casa: le docce emozionali

  • Come proteggere la piscina durante la stagione invernale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento