Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'abbraccio della figlia e di San Leone, ecco lo skipper Barbera: "Avventura impegnativa"

Dopo 27 giorni di navigazione in solitario l'agrigentino è ritornato a casa

 

Missione compiuta per lo skipper agrigentino Andrea Barbera che è riuscito nell’impresa di circumnavigare la Sicilia in solitario con un catamarano sportivo non abitabile di 5 metri sospinto solo dal vento, senza l’ausilio di motori dunque.  Era partito da San Leone all’alba dello scorso 18 settembre e dopo 27 giorni di navigazione, Andrea è sbarcato sulla spiaggetta prospicente al club nautico “Punta Piccola” che ha promosso l’impresa sportiva. Ad attenderlo sulla battigia, fra i tanti sostenitori anche la moglie Zelia e la figlia Giulia, un incontro sfociato in un tenero abbraccio, l’assenza dai propri affetti, secondo quanto riferitoci da un emozionato Andrea Barbera, è stata una delle prove più dure del “Solo around Sicily”. In mare invece, la traversata più ardua è stata quella dello Stretto di Messina.

Un’esperienza unica per lo skipper agrigentino, capidogli e delfini lo hanno in parte accompagnato nella regata che, nei progetti dello stesso Barbera, potrebbe diventare un appuntamento sportivo fisso per la città dei Templi. Una manifestazione che potrebbe coinvolgere i principali protagonisti nazionali del settore e la cui macchina organizzativa potrebbe partire già dal prossimo inverno.  Per gli amanti delle statistiche ecco i numeri dell’impresa:  ore effettive di navigazione circa 324;  508 miglia marine percorse. Le tappe della regata invece sono state 12 (Sciacca, Mazara del Vallo, San Vito Lo Capo, Palermo, Milazzo, Capo d’Orlando, Messina, Riposto, Catania, Augusta, Marzamemi e Pozzallo)  
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento