Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bufere di neve nell'hinterland, il Libero consorzio consiglia di non mettersi in viaggio

Le temperature resteranno artiche, secondo le previsioni, fino a domani: è molto alto il rischio di incidenti a causa del fondo estremamente sdrucciolevole

 

Prima si è risvegliato "ammantato" di bianco. Poi, dopo qualche ora di timido sole, si sono registrate delle vere bufere di neve nell'hinterland Agrigentino: fra Racalmuto, Grotte e Castrofilippo soprattutto. Temperature in caduta libera e grossi fiocchi di neve hanno tenuti tutti - adulti e piccini - con il naso all'insù. All'alba, a causa del ghiaccio lungo la statale 640 si è anche registrato un tamponamento fra camion. 

Neve a bassa quota, l'Agrigentino si risveglia "ammantato" di bianco

Le temperature resteranno artiche, secondo le previsioni, fino a domani. Mentre continua, intanto, incessantemente il lavoro del personale stradale del Libero Consorzio per garantire il transito sulle strade provinciali interne interessate dalla neve, in particolare sulla provinciale 24 Cammarata-Santo Stefano Quisquina, i tecnici del settore Infrastrutture stradali ribadiscono il pericolo di ghiaccio su tutte le strade provinciali delle aree interne, in particolare nei territori di San Giovanni Gemini, Cammarata, Bivona, Santo Stefano Quisquina, Casteltermini, Racalmuto, Grotte e altri ancora dove il pericolo maggiore è rappresentato dalla formazione di una crosta di ghiaccio poco visibile ma pericolosissima. Molto alto è infatti il rischio di incidenti a causa del fondo estremamente sdrucciolevole, e per questo motivo si sconsiglia di mettersi in viaggio nelle ore notturne e soprattutto nelle prime ore dell'alba, quando più elevato è il rischio di ghiaccio sulle carreggiate. I mezzi spargisale del Libero consorzio sono infatti impegnati a garantire il transito nell'area montana interessata dalle nevicate, ma non riescono a coprire tutti i territori interessati.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento