rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

Truffa sui contributi agricoli, i carabinieri:”Le indagini non si sono chiuse”

I fondi agricoli per i quali un'impiegata aveva richiesto e ottenuto da Agea le risorse finanziarie erano stati confiscati perchè appartenevano a una famiglia mafiosa

“Le indagini continueranno per cercare di capire se ci solo altre eventuali complicità e se questo tipo di truffa ai danni dell'Agea è stata operata anche da altri coltivatori”.

Così dai microfoni di AgrigentoNotizie ha parlato il tenente colonnello Roberto Vergato, comandante della compagnia carabinieri di Sciacca a margine della conferenza che, nella sala stampa del comando provinciale dell'arma, è servita per illustrare i dettagli dell'operazione che ha portato alla denuncia di un'impiegata di Burgio. La donna è accusata di aver percepito indebitamente dei contributi europei per la conduzione di fondi agricoli che in parte erano stati confiscati a una famiglia mafiosa.

Contestualmente i militari hanno eseguito il sequestro di beni mobili e immobile per un valore complessivo di circa 90 mila euro.

Otteneva contributi su terreni confiscati ad una "famiglia" mafiosa e con contratti a firma falsa: donna indagata per truffa aggravata all'Agea

Video popolari

Truffa sui contributi agricoli, i carabinieri:”Le indagini non si sono chiuse”

AgrigentoNotizie è in caricamento