Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aumentano i casi di Covid-19 a Sciacca: contagiati giovani e persone che nulla hanno avuto a che fare con l'ospedale

Il primo cittadino lancia un nuovo allarme: i focolai in città, a questo punto, sembrano proprio essere separati tra loro

 

“Due dati significativi che ci devono indurre a una legittima preoccupazione e a non abbassare la guardia: negli ultimi giorni sono aumentati i contagi nella nostra città, anche tra soggetti giovani, e con casi che non hanno avuto contatti con l’ospedale”.

A lanciare l'allarme, con un nuovo video diffuso alla stampa, è il sindaco di Sciacca Francesca Valenti, il quale è tornato a chiedere ai cittadini di mantenere la massima cautela e il rispetto delle regole oggi disposte per limitare il contagio del Covid-19.

Contagi da Coronavirus, l'Agrigentino sfiora il tetto dei cento casi

"Siamo una regione fragile e molto esposa al contagio - ha detto - nella quale possiamo ancora aspettarci un picco significativo di contagi. Non ci può essere un allentamento delle restrizioni: non si può uscire da casa, lo si deve fare solo per acquistare beni di prima necessità e una sola volta al giorno. Non è il momento per immaginare che è tutto passato perché ancora non è così".

Coronavirus, morto al "Sant'Elia" medico del lavoro di Palma di Montechiaro

Il sindaco ha inoltre evidenziato come sia in corso una "battaglia"  sull'ospedale di Sciacca, per "garantire la sicurezza per tutti coloro che hanno bisogno di cure e non sono affetti da Covid-19".

Il medico di Sciacca guarito dal Covid-19: "Il virus arriva in silenzio.. Sono stati giorni durissimi"

"Capisco il sacrifico di tutti - ha detto ancora il primo cittadino - che siamo stanchi di stare a casa, ma non ne possiamo fare a meno. Rimaniamo a casa e resistiamo, perchè se manterremo il distanziamento sociale ce la faremo e usciremo il prima possibile da questo incubo".

Diamo una mano, raccolta fondi “pro bimbi” sale a 7.448 euro  

Negli ultimi giorni sono arrivati altri 4.738 euro di donazioni a favore della raccolta fondi denominata “Diamo una mano alle famiglie in difficoltà”, promossa dal Comune di Sciacca assieme ai pediatri, ai farmacisti, alla protezione civile. Sommati ai 2.710 euro dell’ultimo resoconto, le donazioni ad oggi ammontano a 7.448.  Hanno donato associazioni, enti e semplici cittadini, ognuno secondo le proprie possibilità, da un minimo di 10 a un massimo di 2.500 euro, questi ultimi donati da un saccense che lavora al nord.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento