Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ansia e incertezza ai tempi del Covid, ecco le "vie d'uscita": "Affidatevi a dei professionisti"

Cinque incontri online per offrire alla cittadinanza nuove prospettive di analisi per comprendere le difficoltà del tempo presente e pensare alle soluzioni possibili dove il pericolo del malessere, della sofferenza e dell’immobilità sembrano non lasciare scampo

 

Due ore al giorno in compagnia di psicologi esperti, con un moderatore pronto a raccogliere domande, curiosità e richieste di approfondimento. Tanti gli argomenti da trattare: la gestione dell’ansia e dell’incertezza dovute al Coronavirus, l’importanza del saluto e dei rituali nelle perdite, i bisogni psicologici della scuola, la memoria e le persone di una certa età che la perdono ma non si arrendono a quest'idea. Problemi della quotidianità che ognuno di noi può affrontare diversamente se in possesso di chiavi di lettura che consentano di pensare a soluzioni e alternative. Da qui nasce l’iniziativa “Vie d’uscita - pensare il presente, progettare il futuro” ideata dall’Ordine degli psicologi della Regione Siciliana per avvicinare la comunità ai professionisti del settore. Uno degli obiettivi è quello di creare un collegamento attraverso uno strumento oggi alla portata di tutti e immediato, cercando di ridimensionare gli stereotipi che assimilano la cultura psicologica a una qualche confusa forma di psicoterapia.

In occasione della Giornata Nazionale della Psicologia, l’Ordine degli Psicologi della Regione siciliana ha deciso di promuovere una serie di incontri online diretti alla cittadinanza e tenuti da psicologi che operano in differenti settori. La scelta degli incontri online tra psicologi e comunità nasce ovviamente dalla necessità di rispettare i parametri che l’emergenza sanitaria in corso impone, ma ciononostante la riteniamo anche una preziosa occasione per riuscire a dialogare con quanta più gente possibile. Le finalità di questi incontri sono molteplici: offrire ai cittadini la possibilità di ascoltare le tante e complesse sfaccettature che oggi presenta l’intervento psicologico; informare e contribuire a ridimensionare gli stereotipi che ancora oggi assimilano e appiattiscono la cultura psicologica a una qualche confusa forma di psicoterapia; rendere conto delle tante culture e dei tanti servizi offerti alla cittadinanza. In buona sostanza facilitare il dialogo tra bisogni quotidiani e risposte agli stessi che il ruolo sociale dello psicologo impone ai professionisti del settore. Attraverso questa iniziativa l'Ordine regionale intende quindi offrire alla cittadinanza nuove prospettive di analisi per comprendere le difficoltà del tempo presente e, a partire da ciò, pensare ad un futuro che risponda alle necessità esistenti. Diviene così possibile progettare vere e proprie vie d’uscita anche quando il pericolo del malessere, della sofferenza e dell’immobilità sembrano non lasciare scampo.

Gli incontri si terranno dal 12 al 16 ottobre, dalle ore 18 alle 20, tramite dirette Facebook trasmesse sulla fan page OPRS - Ordine Psicologi Sicilia. Per partecipare ai cinque webinar non è necessario registrarsi o prenotarsi ma è sufficiente collegarsi tramite smartphone, tablet o pc. Per il primo incontro di oggi pomeriggio il relatore sarà Antonella D’Amico, psicologa e dottoressa di ricerca in Psicologia presso il Dipartimento di Scienze psicologiche, pedagogiche e della formazione dell’Università degli studi di Palermo.
“Perché parafrasare l’espressione 'Bisogni educativi speciali', nota in ambito scolastico, con l’espressione 'Bisogni psicologici speciali'? Nel corso dell’intervento - spiega la professoressa D'Amico - proporrò una riflessione sull’importanza della psicologia nella scuola intesa come contesto organizzativo, sociale, educativo e formativo. Proveremo così a delineare anche gli stessi bisogni formativi degli psicologi che lavorano e che, auspicabilmente, lavoreranno sempre più nella scuola”. 

Eventi

Lunedì 12 ottobre “I bisogni psicologici speciali della scuola”, relatore la dottoressa D’Amico, psicologo. Martedì 13 ottobre “L'importanza del saluto e dei rituali nelle perdite” Relatore: dottoressa Sonia Di Caro. Mercoledì 14 ottobre “Relazioni familiari: risorse e fragilità” Relatori: dottoressa Valeria Conte e dottor Giovanni Salonia. Giovedì 15 ottobre “Gestire ansia e incertezza ai tempi del Coronavirus”. Relatore: dottor Lo Savio. Venerdì 16 ottobre “Disturbo di memoria nelle persone anziane: gestione e interventi”, relatore: dottor Inzerillo. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento