rotate-mobile

L'eredità di Falcone e Borsellino in mostra nella fondazione Sciascia, il procuratore Vella : "Lo scrittore commise un errore"

Il percorso illustrativo itinerante dell'Ansa sarà visitabile fino alla metà di gennaio

La mostra fotografica itinerante dell’Ansa, “L’eredità di Falcone e Borsellino” fa tappa a Racalmuto, da oggi e fino alla metà del prossimo mese di gennaio, nella sede della fondazione “Leonardo Sciascia” sarà possibile ammirare  gli scatti fotografici che raccontano la storia dei due magistrati palermitani. Leonardo Sciascia, il 10 gennaio del 1987, pubblicava sul Corriere della Sera, un articolo che il quotidiano milanese titolò “I professionisti dell'antimafia” che innescò non poche polemiche. Tra le righe, lo scrittore racalmutese, pochi mesi dopo la nomina del giudice Paolo Borsellino a procuratore  di Marsala, poneva l'accento sul principio di anzianità che in quel caso venne scavalcato dal riconoscimento attribuito dal Csm per i meriti professionali nella lotta alla mafia”.

La scelta dell'agenzia di stampa di portare la mostra dedicata ai giudici Falcone e Borsellino, nella fondazione dedicata a Leonardo Sciasca serve anche a riconciliare il pensiero dello scrittore con il sentimento popolare innescato dopo le stragi del 1992.  

Messaggi di legalità che, il procuratore capo facente funzioni di Agrigento, Salvatore Vella, le autorità e la corrdispondente Ansa, nonché responsabile della redazione di AgrigentoNotizie, Concetta Rizzo, hanno lanciato agli studenti della scuola media “Pietro D’Asaro” dell’istituto comprensivo “Leonardo Sciascia” e dell’Ipsia “E. Fermi” di Racalmuto. 

Legalità e scuola, il liceo Leonardo accoglie “L'eredità di Falcone e Borsellino”

Video popolari

L'eredità di Falcone e Borsellino in mostra nella fondazione Sciascia, il procuratore Vella : "Lo scrittore commise un errore"

AgrigentoNotizie è in caricamento