rotate-mobile

"Uccise cognato in strada", il video shock inedito dell'omicidio

Il delitto avvenne a Palma di Montechiaro il primo novembre del 2018: Raimondo Burgio, condannato in appello a 10 anni e 8 mesi, attraversa la strada con la pistola nascosta dietro la schiena ed esplode quasi una decina di colpi contro Ignazio Scopelliti facendo fuoco anche quando è a terra. Poi il padre lo fa entrare in casa

Ignazio Scopelliti parla con la suocera davanti all'abitazione dell'appartamento in via Palladio, il cognato Raimondo Burgio arriva da dietro con una busta contenente la frutta appena comprata in una mano e la pistola scarrellata e senza sicura nascosta dietro la schiena nell'altra mano. 

Arriva a un paio di metri ed esplode i primi tre colpi. Scopelliti cade a terra e Burgio continua a sparare esplodendo altri 4 colpi all'indirizzo del corpo del cognato che, però, in questo momento, non si vede in quanto l'auto davanti alla telecamera lo copre.

Sono le immagini shock, del tutto inedite, pubblicate da AgrigentoNotizie in esclusiva dopo la sentenza di appello che ha ridotto la pena di 7 anni nei confronti dell'imputato.

Il video, che si è rivelato decisivo per le indagini, immortalano il padre di Burgio che esce e accompagna il figlio dentro casa mettendogli un braccio sulle spalle. L'anziano genitore proverà ad accollarsi l'omicidio ma di fronte alle immagini del video c'è stata l'ammissione pur con la precisazione che si era trattato di legittima difesa.

"Uccise il cognato dopo continui litigi", condannato a 10 anni e 8 mesi

Video popolari

"Uccise cognato in strada", il video shock inedito dell'omicidio

AgrigentoNotizie è in caricamento