Colonne d'Ercole

Colonne d'Ercole

Girgenti acque ci spieghi

Avevano detto - cinque anni fa - che nel giro di due anni (o forse tre, chi si ricorda più?) la nostra provincia sarebbe diventata come tutte le altre: l'acqua sarebbe stata cioè corrente, 24 ore su 24. E invece?

In questi giorni “celebreremo” un anniversario particolare: cinque anni fa –  era il 27 novembre del 2007 – fu firmata la convenzione tra Girgenti acque e l’Ato (ancora lui, un altro Ato) che ha consegnato la gestione del servizio idrico integrato a un’azienda privata. Avevano detto – cinque anni fa – che nel giro di due anni (o forse tre, chi si ricorda più?) la nostra provincia sarebbe diventata come tutte le altre: l’acqua sarebbe stata cioè corrente, 24 ore su 24.

Persino io – che degli annunci di carattere politico ho la stessa simpatia che provo per Antonio Conte – ci avevo creduto. Ma a cinque anni da quel giorno qual è il bilancio? Di sicuro l’acqua non è corrente. Reti idriche nuove non se ne vedono (in ballo ci sono molti milioni che Girgenti Acque vuole gestire sostanzialmente senza gara facendo leva sull’accordo con l’Ato). I turni non sono più di 10 giorni e passa come negli anni prima del 2007, ma siamo – almeno in questi giorni – intorno a una volta alla settimana (una volta alla settimana!). Le bollette sono in compenso le più care d’Italia (d’Italia!). Girgenti acque ci spieghi come sia possibile che, a distanza di cinque anni, i turni (i turni!) ci siano ancora (anche se più brevi) ma le bollette sono schizzate alle stelle.  
 
A Milano pagano intorno ai 100 euro (100 euro!), qui ne paghiamo 400 (400!). L’acqua resta con i turni (i turni!), ma in giro ci sono i mezzi della squadra distacchi. Invece che consentire a tutti di avere l’acqua tutti i giorni, la tolgono a chi non ha abbastanza soldi per pagare una tariffa elevatissima. Ci spieghino da Girgenti Acque e ci spieghi anche il presidente della Provincia D’Orsi nella sua qualità di presidente dell’Ato idrico. Chieda a Girgenti acque se il contratto prevede che dopo cinque anni (cinque anni!) l’acqua sia ancora distribuita con i turni (i turni!). Spieghino. In caso contrario meglio come era prima: acqua sempre con i turni, ma costo ridotto al 25 per cento. Spieghino. Noi aspettiamo.
Colonne d'ercole

" Classe 1971, è un giornalista, firma del quotidiano ""La Sicilia"" e corrispondente da Agrigento per ""La Repubblica"" e per l'agenzia di stampa ""Agi"". Iscritto all'Ordine dei giornalisti pubblicisti nel 1994, è diventato professionista nel 2007. Racconta per noi - controcorrente - quello che va al di là dei confini della cronaca. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Abbiamo aspettato cinque anni, ma se aspettiamo che ci spieghino, come mai, l'acqua arriva ancora coi turni, possiamo aspettare altri 50 anni. E comunque, nessuno ci spiegherà niente.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento