Mozione di sfiducia al sindaco Carmina, Sodano: "Il commissariamento porterebbe all'anarchia"

Alla vigilia dell'arrivo in pubblica assise della sfiducia la sindaca Carmina si rivolge alle forze politiche: " La mia porta è aperta, per noi non ci sono steccati ideologici"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

"Lavoriamo insieme" questo è stato l'appello lanciato dal parlamentare agrigentino Michele Sodano ai consiglieri comunali di Porto Empedocle  per scongiurare la sfiducia al sindaco Ida Carmina.

Per il deputato pentastellato, interrompere la sindacatura consegnando la città nelle mani di un commissario, significherebbe che "la città ripiomberebbe nell'anarchia - ha detto -". "Io sono stata sempre aperta alla collaborazione, la mia porta è aperta perché per noi non ci sono steccati ideologici. Gli steccati li facciamo soltanto a chi vuole gestire in modo improprio questa città", ha ribadito invece ai microfoni di AgrigentoNotizie la prima cittadina, che ha chiamato alla collaborazione i consiglieri che invece vorrebbero chiudere anticipatamente la sua sindacatura.

Ida Carmina contro tutti: "I potentati politici vogliono mettere le mani sulla città"

"E' finita l'era dei governi tecnici - ha detto invece l'onorevole Rosalba Cimino in sostegno della sindaca Carmina -  che Porto Empedocle - ha concluso- sia da esempio". 

Un piccolo "siparietto" ha caratterizzato la fine della conferenza stampa. Al deputato Sodano che le diceva, scherzando, che in caso di sfiducia a Porto Empedocle si sarebbe potuto pensare ad una candidatura nel capoluogo per Carmina, questa ha risposto: "No grazie, gestire un disastro mi è bastato".


 

Potrebbe Interessarti

  • Tentato furto a San Leone, inseguimento e incidente: uno è stato arrestato, l'altro è ricercato

  • Scomparsa di Gessica Lattuca, Russotto rompe il silenzio: "Mandate i Ris anche dai suoi conoscenti"

  • Le fiamme distruggono i grani antichi della Valle dei Templi, raccolto andato in cenere

  • Sequestro di persona e violenza sessuale, il bracciante agricolo bloccato dai carabinieri confessa

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento