Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Gli ambulanti protestano in consiglio comunale: "Vogliamo poter tornare a lavorare"

Discussa l'ipotesi di una possibile moratoria di un anno, anche se la decisione dovrà essere presa dal Comune

 

"Siamo andati via con educazione perché ci è stato detto che sarebbero stati individuati nuovi spazi a marzo. Oggi la stagione è iniziata e ancora non si muove nulla: noi vogliamo solo lavorare".

I commercianti ambulanti che vendono panini a San Leone e che, fino a qualche mese fa, occupavano piazza Caratozzolo, si sono recati al palazzo di città per chiedere di poter tornare a lavorare. 

"Ci sono persone che lavorano in piazzale Caratozzolo da 35 anni  - spiega Raimondo Clemente -. Nel 2005 venne approvata una delibera di consiglio comunale che individuava lì 15, 16 posteggi per il commercio ambulante. Sono mesi che facciamo avanti e indietro e asstiamo ad un continuo scaricabarile sulle responsabilità. Vogliono cambiare destinazione d'uso per fare un parcheggio privato e vogliono buttare fuori noi".

In Consiglio comunale è in discussione un punto con il quale propone di modificare un regolamento sul commercio itinerante che, appunto, prevede un divieto di attività sul lato nord del lungomare Falcone e Borsellino. In 5 sarebbero stati sanzionati nei giorni scorsi perché tornati nella piazzetta a lavorare. I lavori, intorno alle 20.30 sono stati sospesi per intemperanze da parte del pubblico presente.

Sul tema si è svolto un incontro in Prefettura durante il quale i commercianti hanno avanzato l'ipotesi di una moratoria di un anno per il ritorno in piazza Caratozzolo, ovvero finché non scadrà l'autorizzazione all'occupazione del suolo demaniale concessa alle giostre. Già domani, probabilmente, si tornerà a discutere della questione in Comune.

Potrebbe Interessarti

  • Dieci anni de "Il volo", Naro abbraccia il suo Piero Barone: "L'amore per il mio paese non finirà mai"

  • "E' un uomo d'onore, femmine e bambini non si toccano": le intercettazioni

  • "Vuoi sposarmi?", romantica proposta di matrimonio all'alba nella Valle dei Templi

  • Il narese Carlo scomparso nel lago di Castel Gandolfo, la cugina: "Vengano accertate le eventuali responsabilità"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento