Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Marciapiedi invasi dai mastelli: è ormai un percorso ad ostacoli, l'appello: "Servono le pattumiere condominiali"

L’amministrazione comunale, più volte, si era detta disponibile a questa opzione, ma ad oggi i condomini continuano a conferire nei cestini personali

 

Era il 3 dicembre 2017 quando, nel quartiere agrigentino del Villaggio Mosè e nella zona costiera della città di Agrigento venne introdotta la raccolta differenziata dei rifiuti con il sistema che prevede, il conferimento, nei cinque mastelli forniti a ciascuna utenza. Fin da subito, emerse un problema nella maggioranza dei palazzi, ovvero quello della disponibilità degli spazi necessari al deposito dei mastelli. Conseguenza diretta, l’invasione dei marciapiedi delle colorate pattumiere che non solo rendono indecoroso il risveglio della città stessa ma che costringono i pedoni ad una vera e propria corsa ad ostacoli. 

 La soluzione a questi disagi, era stata suggerita, oltre che dagli stessi cittadini anche  dall’associazione locale degli amministratori condominiali che chiedevano l’introduzione dei grandi contenitori per i palazzi. L’amministrazione comunale, più volte, si era detta disposta all’adozione di questa opzione ma ad oggi, i condomini agrigentini  continuano a conferire nei mastelli personali e per come segnalatoci da alcuni abitanti di via Amendola, traversa di via Atenea, la presenza dei contenitori rende praticamente impraticabili i marciapiedi. 

Sei mattine su sette, la parte di strada destinata al passaggio dei pedoni, in alcuni tratti, cambia destinazione d’uso, trasformandosi in temporanei depositi di pattumiere.  Per questo motivo, gli abitanti chiedono al Comune di Agrigento di riformulare l’organizzazione del servizio, disponendo la fornitura dei mastelli condominiali. 

Potrebbe Interessarti

  • Dieci anni de "Il volo", Naro abbraccia il suo Piero Barone: "L'amore per il mio paese non finirà mai"

  • Incassa il reddito di cittadinanza e non resta sul divano, l'appello di Vincenzo: "Disoccupati collaborate"

  • "Vuoi sposarmi?", romantica proposta di matrimonio all'alba nella Valle dei Templi

  • Il narese Carlo scomparso nel lago di Castel Gandolfo, la cugina: "Vengano accertate le eventuali responsabilità"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento