Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Primo atto del "Karting in piazza", Parisi: "I bambini imparano e si divertono"

Oggi e domani, lezioni pratiche e teoriche di educazione stradale per 800 alunni di scuola elementare

 

"Recepire divertendosi messaggi semplici ed estramemente importanti". Così Ferdinando Parisi, responsabile dell'iziativa  "Karting in piazza" di Aci Sport parla della manifestazione, di educazione stradale rivolta ai bambini. L'evento, oggi, ha avuto come teatro la piazza Vittorio Emanuele. Due giorni di sessioni didattiche e prove in pista per circa 800 alunni delle scuole elementari della città. 

A bordo di un go kart elettrico esperti istruttori, accompagnano i futuri automobilistici in un circuito  tracciato appositamente in pieno centro. La pista è completata dalla seglaetica stradale che i piccoli piloti  devono rispettare.  Oltre all'aspertto ludico, da evidenzarie acnhe la mission educatica dell'iniziativa che è stata accolta con entusiamo dai  ragazzi.  Fra le dici regole impartite ai piccoli, gli organizzzatori hanno dato priorità a quella relativa al divieto assoluto di utilizzo del cellulare alla guida.

“Una partecipazione davvero straordinaria – afferma Ferdinando Parisi, coordinatore dell’evento e istruttore federale Automobile Club d’Italia – Una marea di bambini interessati a questa iniziativa, per la prima volta ad Agrigento una delle nove tappe annuali di “Karting in piazza” che si svolge sul territorio nazionale. I ragazzini hanno la possibilità di imparare poche ma efficaci regole, in particolare l’uso di cinture e casco e, soprattutto, evitare l’uso del telefono cellulare mentre si è alla guida. Un altro aspetto è il legame con lo sport di cui l’Aci è leader. Oggi abbiamo come testimone un giovane kartista che spiega ai bambini l’importanza del rispetto delle regole nella vita e nello sport, un momento di arricchimento per imparare a confrontarsi con sé stessi e gli altri”.

“Ringrazio il presidente di Automobile Club Italia, Angelo Sticchi Damiani – dichiara Salvatore Bellanca, presidente di Ac Agrigento - per aver offerto ai ragazzi l’opportunità di usufruire di un importante corso sulla sicurezza stradale. Abbiamo ricevuto oltre 1800 adesioni ma, purtroppo, siamo stati costretti a consentire la partecipazione, per motivi logistici, a un numero inferiore di partecipanti. Ad ogni buon fine, ci ripromettiamo di avviare altri corsi sulla sicurezza stradale rivolti anche ai ragazzi delle scuole medie. Ecco, credo siamo sulla strada giusta”.

Una due giorni, che si concluderà domani, 27 settembre, che coniugherà educazione stradale e avviamento allo sport: un connubio capace di portare buoni risultati. “E’ una iniziativa lodevole – commenta Antonella Attanasio, delegato provinciale Coni – alla quale il Comitato ha dato il proprio patrocinio e che avvia anche alla pratica sportiva con utilizzo di mezzi non convenzionali, quindi i kart, instillando nei giovanissimi la buona mentalità di rispetto delle regole e degli altri”.

Alla manifestazione era presente anche il Gruppo di  Protezione Civile del Libero Consorzio Comunale di Agrigento e delle associazioni di volontariato di protezione civile.  I volontari hanno  simulato  un incidente di un ciclomotore con il  ferimento del conducente che non indossava il casco.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento